A Vettel le ultime libere ma ad Hamilton la pole

di Alba D'Alberto Commenta

Vettel ci ha creduto fino all’ultimo che la Ferrari fosse cresciuta al punto da superare anche la Mercedes nelle prove libere e nelle qualificazioni. Invece si ritrova terzo in griglia dietro il solito duetto formato da Hamilton e Rosberg. Male Raikkonen. 

Nel GP d’Austria Vettel sfreccia davanti ad Hamilton e Raikkonen e la speranza, considerato anche il meteo avverso, era che questo ordine fosse rispettato anche in sede di qualifica. Invece le cose sono andate diversamente: Hamilton si è aggiudicato ancora una pole, la settima consecutiva, Vettel si è dovuto accontentare della terza posizione e Raikkonen è stato davvero opaco.

Nelle prove libere, come dice anche la Gazzetta dello Sport

il tedesco ha fatto la lepre (come quella che si è vista in pista, vedi sotto), prima dell’acquazzone, precedendo la Mercedes di Hamilton, staccato di 0″017, e il compagno Raikkonen, a 0″183. 4° Perez (+0″227) , 5° Rosberg (+0″338), poi le Williams di Massa e Bottas a circa 4 decimi.

Giornata tremenda per Alonso costretto a fermarsi per un guasto sotto la pioggia e sul rettilineo, una posizione che non ha reso agevoli i soccorsi. Dice Vettel sulle qualifiche:

Pensavo di essere più vicino alle Mercedes ma loro sono stati più veloci: la pole però era lontana. Sono state qualifiche complicate per tutti e ho la sensazione che le Mercedes abbiano la possibilità di aumentare la prestazione quando serve in qualifica. C’è del lavoro da fare per noi, ma voglio ringraziare la squadra per quanto fatto perché abbiamo una buona macchina per la gara, siamo veloci e competitivi e in genere la domenica ci avviciniamo di più alla Mercedes. Questa è una pista che richiede di andare sempre al limite, Nico e Lewis per spingere tanto hanno fatto degli errori e speriamo che possa succedere anche in gara. Di solito chi fa pochi errori in gara poi ha un buon piazzamento e se sei veloce puoi anche vincere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>