Alfa Romeo Zagato TZ3 prodotta su base Viper

di Luciano Commenta

Zagato TZ3
l'Alfa Romeo Zagato TZ3 al concorso Villa d'Este 2010

L’Alfa Romeo Zatagato TZ3 sarebbe a un passo dalla produzione, con il motore della Dogde Viper.

Tutti ricordano questa meravigliosa vettura che, nell’aprile 2010, vinse il Concorso d’eleganza di Villa d’Este, evento che dal 1929 catalizza l’attenzione di chi ama le auto d’epoca. Questo esemplare unico è stato commissionato a Zatagato dal noto collezionista tedesco Martin Kapp, già possessore di altre due “Tubolari Zagato”, la TZ1 e la TZ2;  La fuoriserie è stata ideata  per celebrare il centenario della Casa di Arese ed il successo riscosso è stato immediato. Il consenso del pubblico e della critica ha indotto Zagato ad ipotizzarne una piccola produzione.


L’occasione di dare vita a una serie limitata della TZ3 si sarebbe presentata grazie al recente matrimonio tra la Fiat e la Chrysler; la vasta “banca organi” del gruppo di Detroit è infatti ora accessibile per nuove e inaspettate condivisioni, come dimostra anche la nuova gamma Lancia.

Sotto la futura Zatagato TZ3 stradale potrebbe infatti esserci il V10 8,2 litri da 611 CV della Dogde Viper, ma non solo. Anche il guscio monoscocca in carbonio potrebbe essere lo stesso. La TZ3 corsa di Martin Kapp, invece, è spinta dal più piccolo V8 Maserati da 4,7 litri e 450 Cv.

Andrea Zagato, nipote del fondatore, prima della presentazione dichiarò che la TZ3 sarebbe stata “inconfondibilmente” Alfa Romeo. Alla luce delle recenti ipotesi bisognerà vedere cosa ne pensano in proposito gli appassionati del marchio. Accetteranno la commistione tra due modelli storici e dalla fortissima personalità come la TZ2 e la Dodge Viper?

La Zagato TZ3 produzione potrebbe essere verosimilmente presentata ad agosto, alla prossima edizione del Pebble Beach Concours d’Elegance.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>