Asaps, 295 vittime di ciclisti investiti, ma non tutti rispettano le regole del Codice della Strada

di Moreno Commenta

L’Asaps aveva da tempo lanciato l’allarme ma adesso i numeri sono da bollettino rosso per gli incidenti che vedono coinvolti i ciclisti. Solo nel 2009 ci sono state 295 vittime (+ 2,4%) e 14.804 feriti. A perdere la vita sulle strade italiane sono stati 243 uomini e 51 donne in bici, con 14.804 feriti. Anche se non si deve dare troppo9 spesso la colpa ad un solo capro espiatorio, cioè l’automobilista pirata. infatti il Codice della Strada vieta ai ciclisti di correre in gruppo, e spesso invece soprattutto nei paesi si vedono amici che con l’idea di farsi una bella passeggiata invadono la corsia di loro appartenenza e rischiano di essere coinvolti in incidenti. Non si possono trasportare bambini oltre gli 8 anni di età, non si possono trainare cani al guinzaglio, si devono usare i giubbetti retroriflettenti nelle ore notturne fuori dai centri abitati e nelle gallerie. L’Asaps chiarisce infine che, con la legge 120 del 29 luglio scorso, il ciclista che usa il cellulare paga 152 euro, ma non gli vengono prelevati i 5 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>