Audi Q7, la seconda generazione del SUV peserà 300 kg in meno

di Redazione Commenta

Da quando è arrivata in listino la nuova Audi Q5, il SUV di grandi dimensioni della gamma dei Quattro Anelli, Audi Q7, ha dovuto condividere parte del proprio bacino d’utenza con questo nuovo modello, più compatto e meno impegnativo. In generale, nel frattempo, il bacino d’utenza dei crossover di lusso ha subito un’inversione di tendenza (complice anche la crisi internazionale): oggi, i clienti privilegiano e prediligono modelli dalle dimensioni contenute, meno arroganti e meno potenti. E, se possibile, anche meno costosi. Ecco perché la casa automobilistica di Ingolstadt ha scelto di “ridimensionare” la nuova generazione di Audi Q7: ho messo le virgolette perché non si tratta di un’involuzione nelle misure (Q7 rimarrà lo Sport Utility Vehicle più ampio del listino di Audi), bensì a livello tecnico. Cioè?

La casa automobilistica tedesca Audi ha deciso infatti di usare la piattaforma MLB, più “magra” dell’attuale, e l’alluminio per realizzare la nuova generazione di Q7, che debutterà nel corso dell’anno 2014: così facendo, il peso del grande crossover di lusso scenderà di circa trecento chilogrammi (oggi tutte le versioni di Audi Q7 superano le due tonnellate: si arriva sino ai 2.710 chilogrammi di Audi Q7 V12 TDI diesel da 500 cavalli). Ma non è tutto: pare che il brand abbia deciso di pensionare i propulsori più potenti e più impegnativi (come ad esempio il già citato 6.0 litri TDI) e di dare più spazio a motori ad otto e a sei cilindri; nel listino della seconda generazione di Audi Q7 troverà spazio anche un’inedita versione ibrida, dotata di un propulsore elettrico da circa 100 cavalli e di un motore benzina 2.0 litri, quattro cilindri in linea, con sistema di sovralimentazione, da 220 cavalli.

La casa automobilistica, successivamente al debutto della nuova Audi Q7, introdurrà in commercio anche la nuova generazione di Audi Q5 (nel 2016) e le nuove Audi Q4 e Audi Q6 (in un momento inedito del futuro), cioè i primi SUV-coupé della storia dei Quattro Anelli (andranno a far concorrenza a BMW X6 e all’annunciato BMW X4).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>