Bentley a caccia dei clienti Maybach dopo l’annunciata chiusura del brand

di Riccardo Guerra Commenta

Cosa non si fa per qualche contratto in più. La casa automobilistica Bentley – gente che non dorme mai, a quanto pare – ha attivato alcune procedure per corteggiare i clienti di Maybach, il brand tedesco di lusso del Gruppo Daimler che verrà chiuso tra alcuni mesi. Wolfgang Durheimer, cioè il CEO dell’azienda del Gruppo Volkswagen, ha pensato di poter cacciare questi clienti di prestigio (VIP, regnanti, imprenditori, politici e via dicendo: personalità di spicco, a livello internazionale) e di poterli traghettare, ora che non hanno più una prospettiva firmata Maybach per il futuro, verso il marchio della “B” alata che guida.

L’idea del management di Bentley è quella di porsi come principale alternativa agli occhi di questi probabili acquirenti che, in precedenza, si erano rivolti a Maybach. Il progetto di Durheimer prevede la realizzazione di un’area speciale all’interno del quartier generale della casa automobilistica Bentley, per accogliere questi clienti esclusivi, e l’organizzazione di alcuni VIP-tour all’interno della fabbrica di Crewe, per prendere contatto con la gamma del marchio in maniera unica. Il manager del Gruppo Volkswagen non ha fatto mistero di questo suo nuovo tarlo (fare l’avvoltoio del bacino d’utenza Maybach); anzi, ha chiarito di aver iniziato a contattare i probabili clienti, già possessori di uno o più modelli Maybach, ed ha spiegato che questi speciali acquirenti si sentono abbandonati dal brand tedesco del Gruppo Daimler.

A guardar bene, tuttavia, per Bentley questo non è un gioco facile: nella gamma del costruttore inglese l’unica proposta parzialmente alternativa alle berline Maybach è la nuova Mulsanne, anche se quest’ultima costa 307.542 euro (in Italia) contro gli oltre 400.000 euro di Maybach 57, Maybach 57S, Maybach 62 e gli oltre 500.000 euro di Maybach 62S (in Italia). Quindi, l’ammiraglia di Crewe non è naturale concorrente delle automobili dell’azienda teutonica e questo potrebbe frenare lo zelo dei probabili clienti.

Rolls-Royce, altro marchio di lusso britannico, è invece più diretto concorrente di Maybach; ma, interpellato sulla questione, il marchio del Gruppo BMW ha chiarito di non voler influenzare i probabili acquirenti e di voler lasciare libertà piena a tutti questi speciali clienti.

Una politica totalmente differente.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>