Cara, vecchia Mini: bentornata!

di Moreno 1

miniNotizia di sicuro gradimento per coloro che, nonostante la velocità supersonica con cui agisce il progresso, non si sono in realtà mai stancati delle forme e dei tempi che furono. Una chicca di sicuro gradimento: se da un lato si fa a gara per proporre veicoli supertecnologici e sempre meglio attrezzati, dall’altra gli amanti del classico e della tradizione mostrano di apprezzare la riproposizione di modelli antichi ma mai passati di moda.

Con il mito della Mini originale, ad esempio, più di una generazione è cresciuta: al punto che anche oggi sono molti i ragazzi con un poster in camera raffigurante lo storico modello Mini. Ebbene, una delle più famose auto della storia torna sul mercato per festeggiare i 50 anni della Mini (evento per il quale è prevista una grande festa presso il circuito di Silverstone). Auto identica all’originale con alcune modifiche: la meccanica è quella Dahiatsu, con motore 1000cc 3 cilindri.

In questo modo, la Mini è molto più affidabile ed ecologica, essendo omologata Euro4. Due le versioni disponibili: classica o Sport Pack. Mini alleggerita fino alla soglia dei 500 kg, accelerazione da 0 a 100 km/h in due secondi circa e meno di 10 sui 400 metri con partenza da fermo. Robusto telaio in tubi che funge anche da rollbar, due posti e il vano motore anteriore occupato dal radiatore.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>