Dodge Dart, primi teaser della nuova berlina compatta

di Riccardo Guerra 2

Dodge Dart è un nome nuovo, che mai prima d’oggi abbiamo citato. Eppure, è un personaggio che possiede (e non è un eufemismo) un ruolo cruciale nella progressiva fusione di Fiat S.p.A. e Gruppo Chrysler. Perché? Perché questo modello – una berlina compatta, presumibilmente destinata al segmento D – è il primo a mescolare in grande quantità elementi della società italiana ed elementi della società americana. Il primo, vero figlio del matrimonio tra i due gruppi automobilistici, nato da un amore a distanza, nonostante un oceano in mezzo. Quando vedremo questa vettura su strada? La nuova Dodge Dart sarà presentata ufficialmente in occasione del Salone di Detroit 2012, in programma nel prossimo mese di gennaio. Ma non sappiamo se sia destinata ad arrivare in Europa, in Italia. Chi è la nuova Dart?

Si tratta di una berlina compatta, come abbiamo già detto qualche riga fa, che sostituisce il crossover Dodge Caliber e che viene realizzata sulla piattaforma della nostrana Alfa Romeo Giulietta (iniziate ora a capire cosa intendevo dire prima, quando ho spiegato che la nuova Dart mescola in maniera davvero abbondante la tecnologia italiana con quella statunitense e viceversa). Le immagini ci dicono poco: da questi teaser comprendiamo che la nuova Dodge Dart è stata disegnata da una matita affilata e (apparentemente) molto diretta, energica, decisa.

A parlarci in maniera più approfondita del modello sono alcune indiscrezioni: secondo le voci, la nuova Dodge Dart sarà dotata di un motore 2.0 litri aspirato benzina, del motore 1.4 litri MultiAir sovralimentato benzina dello scaffale del Gruppo Fiat e di un motore 2.4 litri benzina atmosferico, anch’esso dotato di sistema MultiAir di controllo della valvole (elettroidraulico). Questi dettagli ribadiscono la fusione di Chrysler Group e Fiat S.p.A.: è la prima volta che la tecnologia MultiAir sviluppata dalla nostrana azienda Fiat Powertrain Technologies viene applicata ad un propulsore americano.

Con questa ricetta, Dodge tenta di trovare apprezzamento nel segmento delle berline compatte. Ce la farà? Lo sapremo soltanto successivamente al Salone di Detroit 2012.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>