Dodge Viper, un teaser della prossima generazione tra poche ore

di Riccardo Guerra 1

La promessa viene dalla casa automobilistica statunitense Dodge: un teaser ufficiale – il primo – della nuova generazione della supercar Viper verrà divulgato tra poche ore. Come ricorderete, la nuova Dodge Viper sarà esposta per la prima volta, in anteprima internazionale, in occasione del Salone di New York 2012, in programma tra il 6 aprile ed il successivo 15 aprile: ecco perché l’azienda ha deciso di mostrare un teaser, per attirare l’attenzione verso la nuova muscle car e per preparare gli appassionati al momento della presentazione ufficiale. Il brand, purtroppo, non ha utilizzato quest’occasione per raccontarci dettagli ufficiali in merito al modello, molto atteso perché ormai diventato icona non solo della casa automobilistica ma di tutta l’industria dei motori americana.

Della nuova Dodge Viper possiamo soltanto dirvi che sarà dotata di un design fedele a quello delle precedenti generazioni (i cromosomi stilistici sono gli stessi), reso moderno solo dove e quando necessario: la vettura, che verrà proposta (ancora) in versione coupé ed in versione roadster, sarà dotata di un cofano allungato (all’interno del quale – secondo alcune chiacchiere – sarà installato un propulsore di 8,7 litri di dimensione, dotato di dieci cilindri disposti a V), di un abitacolo arretrato e di un terzo volume ristretto. La carrozzeria della nuova Viper sarà morbida e dolce; il design della supercar sarà rotondeggiante e levigato (potrebbe essere – lievemente – simile a quello di Dodge Dart, la nuova berlina media della casa automobilistica).

Per la nuova generazione di Dodge Viper – secondo alcune indiscrezioni – il costruttore potrebbe aver collaborato con alcune aziende di Fiat S.p.A., in particolare Maserati e Ferrari (a questo proposito scarseggiano i dettagli e quindi non possiamo chiarire nulla), e potrebbe aver attinto allo scaffale della società italiana per far proprie alcune delle tecnologie disponibili.

Tra poche ore, come abbiamo detto, torneremo sull’argomento.

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>