Dodge Viper, teaser della muscle car del Gruppo Chrysler

di Riccardo Guerra 1

Non è così generoso come ci aspettavamo, ma è comunque qualcosa: eccolo il teaser ufficiale promesso dalla casa automobilistica statunitense Dodge, quello che ritrae la nuova generazione di Viper, storica supercar del brand che dovrebbe essere in vendita già prima della fine dell’anno in corso e che dovrebbe essere una delle protagoniste del Salone di New York 2012 (si svolgerà tra il 6 ed il 15 aprile prossimi al di là dell’Oceano Atlantico). Ne mostra – l’immagine – solo uno scorcio della zona frontale: soltanto alcuni dettagli emergono dal teaser, forse appena sufficienti per la nostra sete di conoscere uno dei veicoli americani più noti in tutto il pianeta.

La nuova Dodge Viper, in questo teaser ufficiale, svela che sarà contraddistinta da una carrozzeria morbida, levigata, dolce, priva di angoli acuti come le precedenti generazioni di Viper. Nell’immagine si notano l’andamento di cofano, tetto, lunotto, tutti curve e bombature. La nuova Viper sarà inoltre riconoscibile (ancora) per il cofano molto allungato, dentro il quale (secondo le indiscrezioni) dovrebbe abitare un nuovo propulsore 8,7 litri V10 benzina, e per gruppi ottici anteriori soffici, lisci, sprovvisti di spigoli.

La nuova Dodge Viper non si chiamerà così. Ma come? Ma cosa? La casa automobilistica Dodge ha deciso di farsi da parte, per concedere maggiore esclusività alla nuova supercar del Gruppo Chrysler. Ad occuparsi della sua produzione sarà la divisione SRT (un acronimo che si scioglie in questo modo: Street & Racing Technology), quella che realizza versioni sportive e dopate di vetture Jeep, di modelli Chrysler, di automobili Dodge. In questo modo, la società statunitense si è assicurata che Viper non si confonda più con la gamma più “quotidiana” di Dodge e che diventi invece un veicolo a sé stante.

Da oggi, quindi, dovremo chiamarla SRT Viper. Scusatemi se, per il momento, scelgo ancora di nominarla Dodge Viper, come le sue progenitrici, come impresso nella memoria automobilistica.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>