F1 2012, Hamilton alla Mercedes grazie a Lauda

di Sebastiano Cucè Commenta


Niki Lauda, tre volte campione del mondo, rivela in un’intervista il perché Lewis Hamilton ha lasciato il suo team vincente per il progetto Mercedes: l’inglese vuole riuscire li dove neanche il Kaiser, Michael Schumacher, è riuscito nell’arco dei tre anni.

Secondo l’austriaco adesso la Mercedes è in possesso dei migliori piloti del mondo. Con queste dichiarazioni, Niki Lauda ha apertamente inviato due importanti messaggi: Schumacher non è più veloce e Mercedes non ha più scuse per non vincere.

Lauda che appare sempre nel paddock della Formula 1, l’anno prossimo avrà un importante coinvolgimento nell’ambiente Mercedes e pare che proprio la sua presenza è stata importante per strappare Lewis da Woking:

“In una cattiva macchina lui è il miglior pilota del mondo, perché è incredibilmente veloce e non scende a compromessi”

“Sono rimasto impressionato dal suo approccio. Molto pragmatico, senza emozioni di sorta. La discussione reale era ‘perché dovrei lasciare una vettura competitiva dove la mia vita sarà facile in futuro? Quindi la mia risposta è stata che se era in cerca di una nuova sfida, allora il team Mercedes lo è”

Ma quale sfida oltre a diventare campione del mondo, obiettivo raggiunto e perseguibile con McLaren, può interessare così tanto Hamilton da stravolgere completamente la sua carriera? Lauda ha detto:

“Se Schumacher non è riuscito a portare il team Mercedes nella parte anteriore in tre anni e Lewis l’anno prossimo ci riesce, si avrà un grosso impatto sulla sua personalità e la gente lo ammirerà di più”

I propositi per una macchina veloce fin dalle prime gare del 2013 ci sono. Ross Brawn sta giocando tutte le sue carte, attraverso il suo team di tecnici esperti, ma la vera chiave che spingerà oltre la squadra, secondo Lauda, è il sano dualismo tra Lewis e Nico, i due piloti cresciuti insieme fin dalle categorie minori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>