F1 2012, Vettel ai limiti del comportamento antisportivo

di Sebastiano Cucè Commenta

L’attuale campione del mondo non sa accettare la sconfitta.
f1 2012 vettel ai limiti del comportamento antisportivo
E’ questo quello che pensa la FIA, in particolare un funzionario ha fatto intendere che il pilota tedesco è tenuto sott’occhio, come una sorta di libertà vigilata, in quanto i suoi sospetti sull’entrata in pista della Safety Car nel Gran Premio d’Europa, sono apparsi quali provocatori, scarsi di oggettività e antisportivi.


red bull 2012
ALLARMA FIA – Non è la prima volta che la Federazione lancia avvertimenti. Durante il Gran Premio della Malaysia, Sebastian fu coinvolto in un incidente con l’indiano Karthikeyan della HRT. A fine gara il tedesco insultò deliberatamente il pilota, attirando a se il richiamo da parte del presidente Jean Todt. L’anonimo funzionario della FIA ha detto:

Sappiamo che spesso, Vettel parla male dopo aver preso delle delusioni, che non è un buon esempio

Pure Hans-Joachim Stuck, tedesco ex pilota di F1, ha suggerito a Vettel di imparare a diventare un buon perdente.
vettel 2012
UNA SORPRESA PER BUTTON – Riguardo a Valencia Jenson ha voluto commentare la sorprendente prestazione del tedesco della Red Bull. Button ha ammirato il lavoro di Alonso, ma ha ammesso che attualmente la situazione è strana, perché lo spagnolo ha avuto tantissima fortuna (bacio di c**o). Diversamente è Sebastian il pilota incredibilmente veloce:

E’ spaventoso. Il ritmo che Sebastian ha avuto a Valencia è stato fantastico. Era in fiamme.

Per la Formula 1 il Gran Premio della Gran Bretagna servirà a comprendere se effettivamente la Red Bull ha fatto il passo da gigante o se Valencia è stato un caso a se. La speranza di molti è che gli aggiornamenti portati a Silverstone possano recuperare questo vuoto che altrimenti si tradurrebbe in una superiorità come quella dell’anno scorso.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>