F1, la parola a Kimi Raikkonen

di tommasolerose Commenta

raikkonen.jpg

Sono un pilota e, naturalmente, quello che più mi piace è correre. E’ il mio lavoro e lo amo e non vedo l’ora di cominciare questa nuova stagione. Sembra che il tempo sia volato dall’ottobre scorso. Mi sono preso una pausa e ora tutto sembra essere nel posto giusto per il via del campionato”.

Esordisce così Kimi Raikkonen davanti ai microfoni, con uno sguardo stranamente sorridente. Mai prima d’ora il pilota finlandese si era fermato così tanto a parlare con i giornalisti.

“Andiamo a Melbourne con una macchina che penso che sarà competitiva: i test invernali sono andati bene e abbiamo fatto il massimo possibile. La F2008 rappresenta un progresso rispetto alla vettura dello scorso anno”.

“La squadra ha fatto un grande lavoro, soprattutto in quelle aree in cui non eravamo tanto forti, come nella percorrenza delle curve lente e nei passaggi sui cordoli. Ora dovremmo essere competitivi in qualsiasi situazione anche se è sempre difficile dirlo in anticipo”.


Poi, accetta anche di parlare un pò del mondiale appena passato: “Di solito, non mi piace guardare al passato ma, stavolta, voglio fare un’eccezione. La scorsa stagione è finita in maniera così fantastica che non lo dimenticherò mai. E’ bello essere finalmente riusciti a vincere il titolo e lo è ancor di più averlo fatto nel primo anno alla Ferrari. C’ero andato vicino un paio di volte in precedenza ma così è stato magnifico. Mi sono goduto tutti i festeggiamenti alla fine della stagione. A Natale sono stato un po’ di tempo in Finlandia e poi sono andato in vacanza a Dubai per passare il Capodanno con mia moglie Jenni e i miei amici”.

Si sofferma un po’ a parlare della pausa invernale: “Fa bene prendersi una pausa e rilassarsi dopo una stagione così dura. Rispetto al passato, ho fatto anche una sessione di prove a dicembre: è stato importante prendere contatto con la macchina senza il controllo di trazione. Poi, a gennaio, ho potuto iniziare subito i test con la nuova vettura, subito pronta in due esemplari. E’ stato importante perché Felipe ed io abbiamo potuto raccogliere subito tanti dati utili per lo sviluppo. Sono soddisfatto di come sono andate le cose: abbiamo un pacchetto veloce, competitivo e affidabile. Credo che potremo lottare per il successo in ogni gara e, conseguentemente, per i due campionati”.

“Personalmente, sento una grande differenza rispetto al 2007. Ora conosco la squadra e il modo in cui lavora e non ci saranno sorprese. Abbiamo costruito un bel rapporto con i miei ingegneri e ci capiamo reciprocamente: sanno ormai come voglio che sia la macchina. Ancora una volta, la gara d’inizio è in Australia. Mi piace correre a Melbourne ed è bello averci già vinto in passato. La pista è molto scivolosa il primo giorno perché viene usata una volta l’anno. La frenata senza il freno motore sarà un po’ più difficile ma abbiamo avuto già tempo per provare e un pilota si adatta facilmente”.

“Ho dei bei ricordi della gara dello scorso anno: dominammo tutto il fine settimana e riuscimmo ad ottenere sia la pole che la vittoria. E’ bello poter iniziare con il piede giusto. Lo scorso anno ci riuscimmo, anche se dopo perdemmo un po’ il filo. Vorrei vincere anche quest’anno perché è sempre meglio essere inseguiti che inseguire! Alla vigilia della prima gara è sempre difficile fare pronostici perché nei test invernali non si sa mai con quanta benzina girano gli altri. Come ho detto, credo che la Ferrari sarà competitiva ma la certezza l’avremo solo a Melbourne“.

Si ringrazia l’utente emilgh di Flickr per l’immagine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>