F1 2012, Lauda: Gli italiani esagerano sempre

di Sebastiano Cucè Commenta


Non è poi così tanto male secondo il tre volte campione del mondo Niki Lauda. La “ Crisi “ alla Ferrari è solo una nube grigia che passerà man mano che il campionato si svilupperà nel corso delle gare. L’austriaco ammette la superiorità di Red Bull e McLaren, parlando anche del notevole miglioramento della Mercedes, ma la squadra italiana non sarà tanto lontana e presto avrà modo di capovolgere la situazione.



PRESSIONE ITALIANA – Niki Lauda ha vinto due titoli iridati con il team di Maranello ed e’ sicuro che questa fantomatica crisi che si aggira intorno alla squadra non è poi così grave. Molti esperti avevano pronosticato per la Ferrari un misero settimo posto in un’ipotetica gerarchia alla vigilia di Melbourne, ma Lauda ha spiegato che questa situazione è frutto delle pressioni e delle aspettative che provengono dall’Italia.

Tutto è perfetto o tutto è negativo. Non credo che la Ferrari sia così male come molti dicono. So che la McLaren e la Red Bull sono molto simili e la Mercedes si trova alle spalle. Poi viene Ferrari, ma le cose possono cambiare molto rapidamente

FERRARISTI CONFUSI – Anche se il resoconto sarà dato nel week-end la delusione è nata dalla stessa assenza di chiarezza all’interno della squadra. Felipe Massa ad esempio aveva mostrato pensieri contrari a quelli di Pat Fry, spiegando che invece secondo lui la zona podio è raggiungibile

Nella mia testa c’è il pensiero che possiamo lottare per il podio, ma questo non significa che io non sono d’accordo con quello che Pat Fry ha detto a Barcellona

In linea con il direttore tecnico è apparso l’altro pilota, Fernando Alonso, ammettendo che ad inizio campionato per la Ferrari ci sarà da stringere i denti.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>