Massa si aspetta un campionato serrato

di Sebastiano Cucè Commenta

Con tutti i cambiamenti apportati al campionato di Formula Uno, Felipe Massa non nasconde che tutti i team girano sulle stesse prestazioni, dunque pare che la FIA abbia decisamente azzeccato con l’adozione delle nuove regole. Il brasiliano ha confrontato i tempi dei test a Jerez e Bahrein e ne ha dedotto che se non ci saranno altri aggiornamenti prima del grande inizio, il pubblico dovrà aspettarsi una stagione molto competitiva.


A Jerez la McLaren ha subito imposto il suo ritmo fin dal primo giorno, ma in quelli seguenti la Red Bull ha saputo adattare la propria vettura al tracciato migliorando le proprie prestazioni e avvicinandosi alla squadra anglo-tedesca. Stesso discorso per la Renault. Il team di Flavio Briatore ha dimostrato all’inizio di avere un grande ritardo dalle squadre di vetta, ma nel finale ha saputo riportare le sue prestazioni vicino a quello degli altri team.

In Bahrein BMW, Ferrari e Toyota sono state bloccate nei primi giorni dalla tempesta di sabbia che ha sporcato la pista obbligando i team a non girare. Nei giorni successivi le vetture con i piloti hanno incominciato i propri test e la Ferrari ha subito imposto il suo ritmo, ma anche le rivali sono sempre state vicine a quest’ultima mostrando di avere un passo uguale a quello del team italiano. Massa soddisfatto delle prestazioni della nuova Ferrari si rammarica per i problemi di affidabilità riscontrati sul KERS e sul cambio. La velocità non manca alla F60, ma se si vuole vincere il mondiale bisogna risolvere i problemi che si sono riscontrati. Il pilota brasiliano è sicuro che la sua squadra stia lavorando nel verso giusto e spera che nei futuri test a Jerez la vettura dia esiti positivi in tutti i settori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>