Ferrari Tailor-Made, il nuovo programma di personalizzazione del Cavallino

di Riccardo Guerra 2

Oggi, a Maranello, la casa automobilistica italiana Ferrari ha presentato ufficialmente il nuovo programma Tailor-Made: un contenitore di personalizzazioni che offrirà la possibilità a tutti gli acquirenti di una sportiva del Cavallino Rampante di farsi cucire addosso una vettura unica, aderente al gusto o ai sogni propri. Luca Cordero di Montezemolo, Presidente della maison di Maranello, e Lapo Elkan (!), creative consultant del programma di personalizzazione, hanno svelato alcune caratteristiche di questo sconfinato mondo di artigianato, ingegno, cura, bellezza, passione ed esclusività.

Il nuovo programma Ferrari Tailor-Made sarà accessibile (a pagamento, s’intende) a tutti i modelli del listino: dalla coupé-cabriolet Ferrari California all’ammiraglia con motore V12 e trazione integrale, Ferrari FF, passando per le nuove Ferrari 458 Italia e Ferrari 458 Spyder e per la più anziana Ferrari 599 GTB Fiorano, prossima al pensionamento, tutte le vetture sportive dell’azienda emiliana potranno essere riempite (letteralmente) di accessori speciali e molto particolari, senza limite di fantasia (unica remora? Il conto che sale, che sale, che sale…). Il pacchetto di interventi viene gestito dagli uomini Ferrari (Personal Designer ed esperti), che coccolano, cullano ed accompagnano l’acquirente tra rivestimenti, colorazioni, accessori, accostamenti, materiali, dettagli, optional e via dicendo.

Sono tre le linee di personalizzazione che il programma Ferrari Tailor-Made offre: Classica, che si ispira alla tradizione del mondo dell’automobile ed in particolare del mondo Ferrari e che si rivolge alla parte più nostalgica di ogni cliente, Scuderia, che invece attinge con sfrontatezza al mondo delle competizioni e che si rivolge alla parte più aggressiva di ogni cliente, e Inedita, che offre soluzioni all’avanguardia, fuori dal comune, inusuali, molto particolari, e che si rivolge alla parte moderna e curiosa di ogni cliente (quest’ultimo gruppo sa di Lapo più d’ogni altro).

Una nuova esperienza, dunque, per la fascia di acquirenti Ferrari: un’esperienza che, per un attimo, toglie attenzione alle caratteristiche meccaniche dei modelli del brand e che si rivolge a tutti coloro che mal sopportano l’aver qualcosa di comune. Il programma Ferrari Tailor-Made è preludio di un nuovo, esclusivo club che dovrebbe essere dedicato e riservato soltanto ai clienti più speciali (che possiedono cinque o più vetture di Maranello, pare): un gruppo di fortunati a cui verranno rivolte attenzioni ancora maggiori.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>