Formula 1, Webber pensa al ritiro. “Nel 2012 non mi vedo in F1”

di Moreno Commenta

In attesa della prossima ripresa del Mondiale di Formula 1 nel weekend del 27-29 agosto, allor quando è in programma il Gran Premio del Belgio sul circuito di Spa, il circus rischia di perdere nel prossimo futuro uno dei suoi maggiori protagonisti. Ancora un’altra stagione e poi Mark Webber potrebbe decidere di appendere il casco al chiodo. Il pilota australiano della Red Bull, attuale leader della classifica mondiale, durante un’intervistaalla rivista brasiliana ‘Esporte Espetacular’ ha ammesso di aver cominciato a pensare al ritiro dalle corse. Il pilota della casa austriaca, sembra però avere ben chiare le idee su quello che sarà il suo futuro lontano dalle corse. Webber si dedicherà ai giovani e a scalare montagne. Ancora una volta dunque, l’australiano sorprende tutti con la sua ironia e semplicità: “La vita non è solo la Formula Uno, mi piacerebbe in futuro lavorare con i giovani, convincerli che possono sognare in grande e raggiungere degli obiettivi. Potrei anche dedicarmi a scalare montagne. Sicuramente vorrei affrontare altre sfide a livello sportivo prima di diventare vecchio e tornare in Australia a bere vino rosso“.

Ma prima di pensare al futuro, il suo presente è ancora il circus, visto che il suo contratto scade nel 2011 e potrebbe dunque essere quello il suo ultimo anno in Formula 1. “Non posso assicurare che nella mia testa mi immagino nello stesso posto anche nel 2012“, ha sottolineato Webber che però, prima del ritiro, ha un sogno da realizzare: “Vorrei vincere il titolo. So che riuscirci cambia la vita della gente, cambia le persone e vorrei sapere che cosa si prova“.

L’attuale classifica piloti, vede infatti proprio l’australiano davanti a tutti a quota 161 punti, dopo il successo ottenuto nell’ultimo Gran Premio disputato in Ungheria. Ma la corsa al titolo è ancora molto lunga: l’inglese Hamilton è a quota 157, il compagno di Webber  il tedesco Vettel è a quota 151, l’inglese Button (campione in carica) è a quota 147, mentre il ferrarista Alonso è a quota 141.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>