Foto spia: Volkswagen Golf 7

di Riccardo Guerra 2

Sarà una generazione rivoluzionaria, promettono, ma in realtà la nuova Volkswagen Golf 7 (cioè la settima generazione dalla nascita) non tradirà le caratteristiche del modello, quelle che l’hanno reso il più noto del segmento C Premium. La nuova Golf sarà pronta a cavallo tra il prossimo anno ed il successivo: varie scuole di pensiero si dibattono sul momento del debutto della vettura e per ora non abbiamo dati ufficiali precisi per parlare con più certezza. Ecco quello che sappiamo della nuova hatchback media di Wolfsburg.

La nuova Volkswagen Golf sarà realizzata sulla piattaforma MQB modulare, cioè su quel nuovo pianale progettato dagli uomini del Gruppo Volkswagen per adattarsi a circa sessanta veicoli differenti e che sarà battezzata con la nuova e terza generazione di Audi A3 (quest’ultima vettura, cugina di Golf, debutterà precedentemente: pare che la nuova media della casa automobilistica dei Quattro Anelli sarà svelata in occasione del Salone di Ginevra 2012). Dal progetto di Volkswagen Golf MK7 nasceranno numerose declinazioni: accanto alla variante hatchback “standard” sono già state confermate la coniugazione monovolume Golf Plus, le versioni cabriolet e station wagon, la coniugazione berlina (battezzata Jetta) e la versione crossover, denominata GolfCross. Il design, per tutte, dovrebbe essere razionale e più tagliente che in passato, ma dovrebbe anche ricalcare quello dell’attuale generazione e quello di buona parte dell’attuale gamma del costruttore tedesco: dietro il design c’è Walter De Silva, il Responsabile dello Stile di tutto il Gruppo Volkswagen, che sa di avere tra le mani un prodotto importante (Golf 6, l’attuale, è solo una generazione di transizione, mentre la nuova Golf 7 sarà portatrice – o almeno dovrebbe esserlo – di novità, di modernità, di personalità).

La nuova Volkswagen Golf sarà dotata di una gamma di motori TSI benzina e di motori TDI diesel (resi sempre più efficienti, come vuole oggi il mercato e come chiedono le normative), a cui verranno affiancate (come accade anche oggi) la trazione anteriore o integrale 4Motion e le trasmissioni manuale o robotizzata DSG. Importanti novità a livello meccanico dovrebbero essere una versione ibrida ed una versione completamente elettrica, progettate per garantire sensibili miglioramenti in termini di consumi ed emissioni. Non mancherà la variante sportiva firmata dal reparto R.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>