Salone di Francoforte 2011: Smart Forvision

di Riccardo Guerra 1

La casa automobilistica tedesca Smart, questa mattina, anticipando il Salone di Francoforte 2011 (che, in sostanza, è già iniziato, dato che quasi tutti i brand stanno divulgando immagini ed informazioni delle novità che proprio durante la kermesse saranno svelate dal vivo), ci mostra in anteprima internazionale la nuova Forvision, una concept car compatta che, in poche parole, anticipa la nuova generazione di Smart ForTwo. Un importante prototipo, dunque, che non può passare inosservato e che ci sembra fondamentale per comprendere il futuro dell’azienda del Gruppo Daimler (che, secondo alcune indiscrezioni, sta progettando numerosi nuovi veicoli, al fine di raggiungere un migliore e maggiore successo).

La nuova Smart Forvision è stata progettata e concepita insieme a BASF, un marchio molto noto nell’ambito chimico. Da questa collaborazione, precisamente, sono nate alcune innovazioni tecnologiche molto futuristiche e molto particolari, come ad esempio la struttura centrale in una leggerissima plastica epossidica rafforzata dalla nobile fibra di carbonio o i cerchi in lega costruiti allo stesso modo in plastica (entrambi questi elementi sono quindi in grado di limitare fortemente il peso complessivo della piccola utilitaria di segmento A). Possiamo perciò affermare, senza paura di sbagliare, che la nuova Smart Forvision anticipa soluzioni tecniche o meccaniche che, in futuro, potremmo rintracciare anche sui modelli Smart destinati alla vendita.

Sotto il cofano? La nuova Smart Forvision viene spinta da un misterioso motore elettrico (dato che la casa automobilistica tedesca non ci ha dato informazioni in merito), foraggiato da una batteria agli ioni di litio e anche dai particolari pannelli solari installati sulla parte superiore della vettura.

Come sarà la nuova Smart ForTwo? Probabilmente, morbida e dolce come questa concept car, fluida e malleabile, apparentemente muscolosa e rotondeggiante. Ma anche moderna ed ecologica, come avete potuto leggere. Sarà costruita su un nuovo pianale (concepito con il Gruppo Renault-Nissan) a trazione posteriore.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>