GP Cina 2012, strategie statistiche e segreti

di Sebastiano Cucè Commenta

Giorno 13 Aprile inizierà il week-end dedicato ad un nuovo appuntamento della Formula Uno con il penultimo Gran Premio in Asia prima del grande debutto in Europa.

Di seguito tutte le caratteristiche tecniche del circuito internazionale di Shanghai, i dati riguardanti i consumi di carburante e l’incidenza del peso sul singolo giro. Le statistiche con le probabilità di pioggia e di ingresso della macchina di sicurezza. In conclusione le strategie e le prestazioni delle gomme Pirelli.



CARATTERISTICHE CIRCUITO – Il tracciato è lungo 5.45 Km. Domenica durante la gara verranno percorsi 56 giri per un totale di 305. Sono presenti 16 curve e la pista si snoda in una mix di tornanti lenti e medi-veloci con il terzo settore che include uno dei rettilinei più lunghi nel calendario di F1. Il setup richiesto per l’aerodinamica è medio-alto. Le macchine sul rettilineo raggiungeranno con l’ausilio del DRS i 322 Km\h.
I piloti per il 55% del giro mantengono il piede premuto sull’acceleratore, mentre il 14% è impiegato in frenata con le 8 zone previste che procurano un medio consumo dei freni.
Per percorrere tutta la gara ci vogliono 148 kg di benzina. Ogni 10 kg fa perdere circa 0.34 secondi al giro. Il consumo di carburante al giro è intorno ai 2,55 kg.
Il totale di tempo necessario per il pit stop è di 21 secondi.
Le temperature saranno paragonabili a quelle di Melbourne, mentre la temperatura della pista sarà simile a quella di entrambi i primi eventi.

POLE POSITION E VITTORIE – I favoriti per la giornata del sabato rimangono le due McLaren e le Mercedes che possono sfruttare i lunghissimi rettilinei. Lewis Hamilton è l’unico pilota ad aver vinto due edizioni di questo GP. Schumacher, Alonso, Raikkonen, Button e Vettel hanno vinto solo una volta.

PREVISIONI METEO – Solitamente si è corso con il freddo a Shanghai, sia nel 2009 che nel 2010 la gara è stata svolta sotto la pioggia. Le temperature ambientali saranno tra i 18-20 gradi.

STRATEGIE E GOMME – La Pirelli ha portato per la Cina gomme Soft e Medium. La differenza tra le due mescole è di appena 0,3 secondi. Molto meno rispetto all’anno scorso. Questo GP in termini di strategie è stato uno dei più emozionanti. L’anno scorso le tre soste utilizzate dalla McLaren di Hamilton premiarono rispetto alle due utilizzate da Vettel.
Sarà importante osservare le squadre durante il venerdì. perché sarà li che esse studieranno il comportamento degli pneumatici, osservando con attenzione la differenza tra prestazione in qualifiche e prestazione in gara.

La probabilità che entri la Safety Car è molto alta, pari al 43%. Vie è una media di 0,7 safety car per gara e nel 2005 e nel 2010 essa è entrata per ben due volte.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>