Briatore entusiasta del GP di Roma

di Sebastiano Cucè Commenta

Il team boss della Renault è ottimista all’idea di vedere una gara automobilistica tra le strade della capitale italiana. In molti credono che un circuito cittadino nel quartiere EUR possa soddisfare l’interesse di molti appassionati di Formula Uno ed è per questo che in previsione del 2012 molti personaggi chiave come il sindaco Alemanno ed Ecclestone stanno muovendosi per cercare un accordo.


Flavio Briatore evidenzia che se ci dovesse essere un Gran Premio a Roma, molto probabilmente si dovrà sacrificare lo storico Gran Premio di Monza. Per i tempi e per l’Italia sarebbe difficile sostenere 2 GP, anche se per Flavio sarebbe una soluzione perfetta. In passato in Italia abbiamo assistito alla presenza di 2 GP, ma il circuito di Imola, nel quale non si corre più dal 2006, è sparito proprio per problemi finanziari, ed inoltre quest’ultimo faceva parte della Repubblica di San Marino. Attualmente in Formula Uno i circuiti cittadini sono Monte Carlo, Melbourne, Valencia, Singapore, Montreal in parte e il nuovissimo tracciato di Abu Dhabi che verrà svolto alla fine del campionato 2009.

E intanto girano voci che sono stati trovati i finanziatori italiani che voglio contribuire alla realizzazione dell’evento per il 2012, infatti lo stesso Alemanno, sindaco della capitale, si è mostrato propenso a tutto ciò, ma ha anche evidenziato le complessità che risiedono nell’organizzazione. Qualche mese indietro anche Ecclestone ha detto la sua ed in più ha proposto la novità alla FIA, senza contare che il proprietario dei diritti della F1 ha inviato a Roma uno dei suoi architetti più affidati per verificare la presenza delle caratteristiche che permettessero l’installazione del tracciato, ovvero Hermann Tilke, autore di molti tracciati automobilistici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>