Lauda toglie le speranze ai team inseguitori

di Sebastiano Cucè 1

2009-05-04_1lauda31342

Ogni anno con l’inizio delle gare europee, molti team portano diversi aggiornamenti che in alcuni casi servono a migliorare le prestazioni di una macchina, capovolgendo le linee gerarchiche in classifica. Niki Lauda non nasconde il fatto che quest’anno l’impresa di recuperare è davvero improbabile. Team come McLaren, Ferrari e BMW-Sauber sono troppo indietro rispetto alle squadre di vetta e considerando che Barcellona è un circuito dove l’aerodinamica è essenziale, difficilmente quest’ultime faranno meglio di Brawn, Red Bull e Toyota.


Già Hamilton aveva confessato le difficoltà che Barcellona riserva alla sua McLarenle curve del tracciato non sono adatte alla MP4-24”. La McLaren è stata una delle prime squadre a studiare il diffusore, conquistando in Bahrein il quarto posto proprio con il suo campione del mondo.

Stesso analogo discorso per la BMW-Sauber che dopo il pessimo inizio di stagione cerca disperatamene la rimonta, ma Lauda ammette che il ritardo dalla vetta è troppo sostanziale” Nonostante la BMW avesse una buona esperienza in questo tracciato, non credo che recupererà in fretta. A Barcellona l’aerodinamica è essenziale, dunque la BMW avrà grossi problemi”.

Il tre volte campione del mondo ha poi aggiunto”Ferrari, McLaren e BMW sono nelle stesse condizioni. Esse devono sviluppare più velocemente gli aggiornamenti e migliorare il doppio le loro vetture, rispetto ai team che si trovano in vetta. Se esse non riusciranno a fare questo nel breve periodo, la stagione presto sarà chiusa”.

Dunque pare che la situazione non cambierà molto in Spagna, quindi è facile attendersi un dominio della Brawn GP, Red Bull e Toyota, a meno che i lavori in fabbrica non portino notevoli risultati ai team inseguitori.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>