Hyundai, possibile un cambio automatico a dieci rapporti

di Riccardo Guerra 1

Sei marce erano troppo poche, così sono arrivati i cambi automatici a sette velocità. Roba già vecchia (forse il numero non piaceva): in un batter d’occhio sono arrivati, sotto i cofani di mezzo pianeta, i cambi automatici ad otto rapporti. Neppure qui la tecnologia si è fermata: ZF, azienda leader nella progettazione e nella produzione di trasmissioni automatiche, ha già iniziato lo sviluppo di un automatico a nove innesti, che sarà usato da Chrysler. Arriverà nel 2013 e, mentre lo attendiamo, qualcuno ha già voluto superarlo: la casa automobilistica sudcoreana Hyundai ha iniziato lo sviluppo di una nuova trasmissione automatica sequenziale a dieci rapporti (DIECI!). Lo ha confermato il brand stesso, nel corso di un’intervista, senza però dare informazioni precise in merito (lasciandoci, quindi, con un pugno di dubbi e nient’altro).

Una competizione mascolina, virile, a colpi di marce: Hyundai non vuol restare indietro più a nessuno e, forte dei buoni successi raggiunti a braccetto con Kia in questi ultimi mesi/anni, sta concependo una trasmissione che, molto probabilmente, garantirà una souplesse ed un comfort simili a quelli dei cambi a variazione continua e che, plausibilmente, contribuirà con decisione a ridurre consumi di carburante ed emissioni di anidride carbonica. Del nuovo cambio automatico sequenziale a dieci rapporti sappiamo soltanto che sarà sviluppato da Hyundai direttamente (e non da altri partner): la casa automobilistica non ci ha detto quali modelli lo utilizzeranno, se sarà destinato anche alla gamma Kia, se sarà sfruttato da motori con albero trasversale o da motori con albero longitudinale, quando sarà disponibile, se sarà usato anche da vetture ibride o elettriche.

L’invidia è ormai ciò che muove il mercato automobilistico: i costruttori si fronteggiano con volumi di vendite, dimensioni, percentuali, innovazioni tecnologiche, sempre più rapidamente, diretti sempre meno dalla passione.

Non sappiamo come risponderanno i costruttori concorrenti, di fronte a questa novità firmata Hyundai. Ma possiamo (e potete) immaginarlo.

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>