Infiniti G37 Cabrio IPL

di Riccardo Guerra 4

La casa automobilistica giapponese Infiniti risponde nuovamente alle proposte di Mercedes, Audi, Lexus e BMW con un nuovo modello appartenente alla gamma IPL (Infiniti Performance Line), cioè a quella famiglia di vetture del brand contraddistinte da maggiore sportività estetica e meccanica e da una personalità più forte, da un gusto più deciso, da un impatto diretto. Si tratta della nuova Infiniti G37 Cabrio IPL, che il marchio nobile di Nissan presenta ufficialmente al Salone di Los Angeles 2011 in queste ore e che era stata già anticipata, alcuni mesi fa, in Europa, in forma di concept car (al Salone di Parigi 2010 dello scorso ottobre). Arriverà nel Vecchio Continente? Per ora non ci sono notizie in merito, ma sospettiamo che i piani per la nuova Infiniti G37 Cabrio IPL siano molto ambiziosi (soffiare quote di mercato ai brand Premium tedeschi anche qui, nella loro patria).

Come si riconosce la nuova Infiniti G37 Cabrio IPL? Per le fasce paraurti anteriore e posteriore, per i cerchi in lega sportivi da 19 pollici con finitura grafite, per i terminali di scarico, per le appendici aerodinamiche laterali, per lo spoiler posteriore, per le esclusive colorazioni della carrozzeria (Moonlight White e Malbec Black), per i due rivestimenti in pellame dell’abitacolo (Stone o Monaco Red), per la pedaliera e le decorazioni in alluminio, per i sedili sportivi e per i loghi IPL. Tutto questo se vi soffermate più sulle caratteristiche stilistiche che su quelle meccaniche.

Sì, perché la nuova Infiniti G37 Cabrio IPL viene anche contraddistinta da alcune novità a livello tecnico: il motore 3.7 litri V6 benzina eroga circa 25 cavalli in più (345 in totale) ed una manciata di coppia aggiuntiva ed è stato rivisitato tanto che il regime di giri massimo raggiungibile è superiore di 400 giri/minuto (7.400 giri/minuto complessivamente). Viene connesso ad un nuovo impianto di sospensioni, ad un nuovo impianto freni, ad una nuova tipologia di pneumatici con spalla ribassata. Il propulsore viene gestito attraverso il cambio automatico sequenziale a sette marce con comandi al volante e scarica tutta la propria forza a terra mediante le ruote posteriori.

Il tetto? Metallico, elettrico, scompare in 25 secondi.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>