Jeep, tre nuovi SUV già in fase di sviluppo per il mercato europeo

di Riccardo Guerra Commenta

Foto: AP/Lapresse

I piani di Sergio Marchionne per la casa automobilistica Jeep in Europa? Ambiziosi, in una parola soltanto: il manager (Chief Executive Officer del Gruppo Chrysler e Managing Director di Fiat S.p.A. e Fiat Industrial S.p.A.) vuole incrementare il peso del brand statunitense nel Vecchio Continente, riuscendo entro il 2014 ad aumentare il volume di vendite Jeep, qui, da 25.000 unità per anno a 125.000 unità per anno. Il piano è molto più complesso ed elaborato: Marchionne desidera ingrandire la presenza di tutto il Gruppo Chrysler in Europa: per farlo, c’è bisogno di portare il volume di vendite da 420.000 unità per anno (dato del 2010) ad 800.000 unità per anno entro il 2014.

Per ottenere ciò, prima di tutto Marchionne e il management della casa automobilistica Jeep hanno intenzione di aumentare la rete di vendita ufficiale nel Vecchio Continente: la prospettiva è quella di passare dalle 430 concessionarie Jeep odierne a 650 concessionarie entro il 2014. Tuttavia, il piano di sviluppo in Europa dell’azienda prevede anche la realizzazione di tre nuovi SUV, espressamente progettati e commercializzati per questa parte di mondo.

Uno di questi Sport Utility Vehicle è un modello compatto, costruito su una piattaforma dello scaffale di Fiat S.p.A., che viene denominato in azienda B-SUV: sarà costruito a Toluca, in Messico, e sarà commercializzato a cavallo tra il 2013 ed il 2014 in Europa, America del Nord e America Latina. In fase di sviluppo c’è, inoltre, un SUV di medie dimensioni (indicato con la sigla D-SUV), che rimpiazzerà Jeep Cherokee e che sarà commercializzato a partire dalla primavera dell’anno 2013. Sarà offerto con un sistema di trazione integrale standard e sarà proposto con una gamma di motorizzazioni che comprenderà anche propulsori italiani (i MultiAir sviluppati da Fiat Powertrain Technologies).

Infine, la casa automobilistica statunitense sta mettendo a punto un terzo SUV (codificato C-SUV), che sostituirà tanto Jeep Compass quanto Jeep Patriot (un po’ di razionalizzazione nel listino, finalmente) e che sarà commercializzato a partire dalla metà dell’anno 2013. L’assemblaggio avverrà nell’impianto di Mirafiori, ma sarà venduto a livello globale: condividerà parte delle componenti con il SUV Alfa Romeo (anch’esso in fase di sviluppo e anch’esso costruito a Mirafiori, dal termine del 2012) e sarà dotato di trazione anteriore o di trazione integrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>