Lotus Evora S e Lotus Evora IPS, i dettagli ufficiali

di Riccardo Guerra 1

Rammenterete, certamente, come il programma delle novità Lotus per il Salone di Parigi fosse stato impudicamente svelato, in parte, da una negligenza. O da un’azione presunta tale. Oggi, la casa costruttrice britannica di Hethel, quasi fosse spinta dalle rivelazioni fatte a metà di qualche giorno fa, esplicita e precisa il contenuto delle nuove Lotus Evora S e Lotus Evora IPS (Intelligent Precision Shift, la denominazione della trasmissione automatica). Entrambe faranno il loro debutto alla kermesse parigina, unitamente ad un’altra novità Lotus (ancora sotto ermetico silenzio).

La nuova Lotus Evora S concede una manciata di potenza in più all’acquirente: lo fa, forse, per essere maggiormente competitiva con Audi TTRS, versione con 340 cavalli, Porsche Cayman S, la teutonica con 320 cavalli, e Nissan 370Z, nipponica che possiede 330 cavalli. Sulla britannica, lo stesso 3,5 litri V6 d’origine Toyota, che equipaggia la versione sino ad ora commercializzata, motore trasversale posto in zona centrale, guadagna 70 cavalli ed arriva alla soglia dei 350 (e 400 Nm di coppia).

Lotus Evora S la si gestisce con una trasmissione manuale a sei velocità. La vettura inglese viene equipaggiata, di serie, con un pacchetto Sport. Questo sconosciuto (neppure oggi dettagliatamente descritto) sembra offrire una caratterizzazione estetica più accentuata (diffusore posteriore di grandi dimensioni, terminale di scarico singolo, in posizione centrale, calotte degli specchi retrovisori nere, profilo nero sul lunotto posteriore et similia) e una peculiarità tecnica: il tasto Sport, incluso nel pacchetto e sistemato nell’abitacolo di Lotus Evora S, padroneggia la risposta dell’acceleratore e permette l’intervento della valvola by-pass, innalza il regime massimo di giri raggiungibile e modifica i parametri del controllo elettronico di stabilità.

La nuova Lotus Evora IPS (Intelligent Precision Shift), dal canto suo, rimane spinta dalla versione meno potente del propulsore trasversale-centrale 3,5 litri V6 benzina, quella che eroga, cioè, 280 cavalli e 350 Nm di coppia massima. La trasmissione offre sei velocità e la possibilità, a scelta, di guida in modalità completamente automatica o in modalità manuale, con i paddles posti dietro la corona del volante.

Ad ogni modo, come anzidetto, le nuove Lotus Evora S e Lotus Evora IPS non saranno le novità più eclatanti: si attende, si ipotizza, si immagina, si sogna una rinnovata Lotus Esprit. Avremo la capacità di resistere sino all’inizio di ottobre?

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>