Team Lotus vince! Mantiene nome in F1

di Sebastiano Cucè Commenta


La saga del nomeLotus” finisce bene per il team anglo-malese di Tony Fernandes che grazie alla sentenza dell’Alta Corte di Londra potrà lasciare invariata la denominazione del suo team. Lotus Group(attualmente in F1 sotto sponsor ufficiale della Renault) e Team Lotus erano entrate in contrasto mesi fa, in ballo lo storico marchio fondato da Colin Chapman.

Il Team Lotus non modificherà il suo nome, ma è stato sanzionato in quanto la Lotus Group aveva concesso l’utilizzo del marchio per un periodo di 5 anni, poi ridimensionati sotto concessione valida per fine 2010(allora il Team Lotus si chiamava Lotus Racing, proprio per questo cambiò nome).

Ecco le vittoriose dichiarazioni di Tony Fernandes:” Siamo tutti felici che sia stato chiarito che noi siamo i legittimi proprietari del Team Lotus” ha continuato Fernandes “Siamo sempre stati convinti che gli elementi di fatto che abbiamo presentato avrebbero portato a questa decisione e la sentenza di oggi ha confermato il nostro pensiero”.

Siamo ovviamente delusi per la decisione del Gruppo Lotus, che aveva il diritto di terminare il nostro accordo di licenza nel 2010. Siamo entrati in quel contratto in base al fatto che stavamo iniziando una collaborazione a lungo termine con il Gruppo Lotus” Fernandes ha poi continuato spiegando appunto che il contratto a lungo termine è stato volontariamente chiuso ed è per questo che il suo team si è ritrovato a violare le regole.


Fernandes ha detto che quando gli è stata chiusa la porta in faccia dal Lotus Group, sapeva che se ne sarebbe aperta un’altra più grande, tanto è vero che adesso l’obiettivo dell’imprenditore malese è quello di portare in alto il nome della Caterham Cars attraverso i successi del Team Lotus, contrariamente al Lotus Group che ha fatto intendere di voler richiedere un ricorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>