Da Monza a Las Vegas, i GP del futuro

di Alba D'Alberto Commenta

Il mondo della F1 è in grande fermento e non soltanto perché occorre stanno cambiando alcune regole ma anche perché i GP del futuro sono diversi da quello che si immagina. Si parla tanto dell’addio a Monza e adesso sembra si possa iniziare a pensare ad una gara a Las Vegas. 

Si va da una gara storica, quella sul circuito italiano di Monza ad una gara che sarebbe nuova e che sicuramente farebbe discutere se fosse in sostituzione del GP lombardo del quale si è parlato a lungo e dove si è tenuto il Ferrari Challenge Europe, un campionato dedicato alle ruote coperte del Cavallino che inaugura la stagione con il round in Brianza. In pista ci sono state 43 auto suddivise in due categorie, quelle del Trofeo Pirelli, riservato ai piloti con esperienza professionistica, e quelle della Coppa Shell che schiera in griglia i cosiddetti gentlemen drivers.

monza

Ecclestone è tornato a parlare del GP di Monza durante l’ultimo appuntamento mondiale e diversamente rispetto al passato, ha usato parole molto decise che non fanno ben sperare:

Un futuro in F1 senza il Gp d’Italia? È strano perché non avrei mai immaginato un mondiale senza un gran premio in Francia, eppure ci siamo riusciti.

E se Monza potrebbe essere esclusa dai calendari della F1, ci sono speranze invece per una gara a Las Vegas che non è una novità assoluta visto che ha ospitato la formula 1 già nel 1981 e nel 1982 ma adesso tornerebbe a fare capolino senza che si debba rinunciare alla tappa in Texas. Insomma, una corsa aggiuntiva sulla quale Ecclestone è possibilista:

Il GP in Texas resterebbe, avremmo una corsa aggiuntiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>