Perché è importante controllare i pneumatici prima di viaggiare

di Alba D'Alberto Commenta

Ci sono automobilisti che sono sempre più distratti per ciò che concerne la manutenzione ed il controllo dei propri pneumatici ma sono molto più informati.

pneumatici invernali governo assogomma

ppE’ quanto si evince al termine della campagna “Progetto Autostrade 2013”, la quale è stata lanciata da Continental in alcune aree di servizio di Autostrade per l’Italia. L’iniziativa si è tenuta di recente nei 4 fine settimana compresi tra il 30 agosto e il 22 settembre sulle principali tratte autostradali del Paese, all’interno delle zone di Milano, Piacenza, Bologna, Genova, Firenze, Rimini, Ancona, Roma, Frosinone, Pescara e Napoli. La campagna, dunque, ha toccato alcuni dei centri nevralgici d’Italia.

Da questo tipo di iniziativa, che ha messo a disposizione degli automobilisti la professionalità dei rivenditori Continental, è emersa la tendenza degli italiani a controllare gli pneumatici solo prima di un lungo viaggio o quando si ha del tempo libero. Un trend che non è del tutto corretto. Basti pensare che gli automobilisti coinvolti nell’iniziativa sono stati circa 2.700: di questi, il 30 per cento ha accettato di effettuare i controlli sulle gomme. Per quanto concerne gli oltre 800 autoveicoli analizzati (per un totale di oltre 3000 pneumatici sottoposti a controllo) non sono stati valutati dei gravi danni strutturali, ma in molti casi lo stato di usura era piuttosto significativo. Questo è un motivo di riflessione. Nello specifico, tra i problemi rilevati nel corso dei ‘check’ i più frequenti riguardano le gomme invernali ancora in circolazione, la presenza di due pneumatici nuovi e due usurati, alcuni casi di gomme ormai a ‘fine corso’, gravemente danneggiate e con battistrada quasi liscio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>