Rc Auto, le novità sulle liberalizzazioni

di Davide Piteo Commenta

Continuano le riforme del nuovo Governo, e dopo tantissime lamentele per via dei tanti aumenti delle imposte avuti negli ultimi mesi, qualcosa su cui sorridere il popolo italiano comincia ad averla. Infatti saranno numerose le novità per gli automobilisti grazie al nuovo decreto sulle liberalizzazioni per le assicurazioni auto.

I punti chiave su cui ha cercato di lavorare il Governo sono stati da un lato la riduzione del costo annuo per il rinnovo dell’RC auto, sempre più alto, e dall’altro il tentativo di ridurre le molte frodi. Importante il primo punto, che prevede una diminuzione automatica dei premi assicurativi nel caso in cui l’automobilista non abbia avuto incidenti. Il costo dell’assicurazione varierà in base alle classe d’appartenenza, quindi chi non ha avuto incidenti pagherà di meno, come previsto dal contratto d’assicurazione, poiché sarà obbligatorio stabilire al momento della sua sottoscrizione la diminuzione di costo di cui si godrà nell’anno successivo.

LA TARIFFA UNICA – Al tempo stesso grazie alle liberalizzazioni sull’RC auto, gli automobilisti pagheranno una tassa unica uguale per tutti, senza distinzioni. Infatti cosa risaputa era che gli automobilisti del sud pagassero di più rispetto a quelli del Nord. Oggi con questa riforma l’obiettivo è quello di creare una sorta di tariffa unica, a prescindere dalla città di residenza. Discorso diverso per il secondo punto, ugualmente importante.

LE FRODI – Infatti per tutti coloro che tenteranno di frodare le assicurazioni ci saranno delle pene pesanti da pagare. Verranno inasprite le pene per chi si macchierà di reato di frode, che siano false agenzie assicurative o automobilisti. Per questi è prevista una sanzione pecuniaria che varia tra i 400 ed i 1.600 euro e si rischia anche una reclusione in carcere per un periodo fino a 5 anni. L’ISVAP (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo) darà un importante contributo in questo senso. Infatti grazie al suo controllo, ci sarà un registro delle assicurazioni false e di quelle regolari ed inoltre verranno tenuti d’occhio anche gli automobilisti sospettati di frode assicurativa. In caso il sospetto venga accertato, per l’automobilista potrebbe scattare la sospensione della copertura assicurativa comunicata entro 30 giorni dall’agenzia stessa.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>