Landi Renzo SpA, risparmio ed ecosostenibilità:una promozione per puntare su Gpl e metano

di Francesca Spanò 7

Affidabilità e risparmio con un occhio all’ambiente: questi i punti di forza del gruppo Landi Renzo SpA, leader mondiale nella produzione di impianti a gas, Gpl e metano, che promuove l’utilizzo di sistemi innovativi e di combustibili alternativi con un notevole abbassamento dei costi e una lotta costante all’inquinamento atmosferico. La mobilità ecosostenibile, però, non può prescindere dall’attenzione verso il cliente, dettaglio preso molto seriamente dall’azienda che dallo scorso 21 giugno ha attivato una promozione da non lasciarsi scappare. E’ possibile, infatti, ottenere uno sconto del 10% sulla conversione dell’impianto auto da benzina a Gpl. Una iniziativa sulla quale si possono acquisire tutte le informazioni dettagliate, collegandosi alla pagina internet: http://promozioni.landi.it/.

Scegliere di installare un impianto di tale tipo sulla propria auto comporta una serie di benefici, verificabili sia nell’immediato che con il passare del tempo e che riguardano l’aspetto economico, pratico e ambientale. Il metano è il più conveniente in assoluto e, in questo senso, non solo si può prendere al volo l’occasione e sfruttare lo sconto offerto da Landi,  ma anche accorgersi ben presto che i consumi vengono notevolmente ridotti. Un altro dato da non sottovalutare, è quello che riguarda il fatto che Gpl e metano non emettono polveri, come invece accade per il gasolio, con numeri che mostrano un 10% in meno di emissioni di anidride carbonica per quel che concerne il primo e un 75 per cento per il secondo. Quasi nulle, poi, le emissioni di benzene e piuttosto irrilevanti quelle di ossido di azoto e di ossido di carbonio.

Da tenere in considerazione, infine, la possibilità di circolare in città anche in caso di blocco del traffico o circolazione limitata: un motivo in più per affrettarsi a sfruttare l’agevolazione in corso. L’azienda è stata fondata nel 1954 a Reggio Emilia da Renzo Landi e poi sviluppata dalla moglie e dal figlio, anche dopo la sua prematura scomparsa nel 1977.  Il gruppo, che costruiva miscelatori specifici per ogni tipo di veicolo e costituiva un esempio unico nel Belpaese, in pochi anni si è sviluppato prima entro i confini nazionali e poi ha trovato nuovi sbocchi anche in Europa Orientale, India e sud America. Dal 2006, la Landirenzo Corporate University promuove la mobilità sostenibile ed è riuscita a conquistare anche colossi automobilistici come la Fiat e la Toyota, per la grande serietà, professionalità e intuizione che, ormai, contraddistinguono l’azienda da più di mezzo secolo.

Commenti (7)

  1. ho visto qualcosa anche riguardo la 500! E’ vero che Landi converte il modello a benzina? Se così fosse sarebbe interessante, potrei pensare di far lavorare la mia del 2009!

  2. @ Giorgia:
    Ciao Giorgia, sono praticamente sicuro che la 500 a benzina è convertibile. Ti consiglio di optare per il GPL per motivi di spazio (la bombola del metano ti occuperebbe tutto il bagagliaio). In bocca al lupo!

  3. Ciao a tutti,
    confermo (per esperienza personale) che la 500 è convertibile sia a GPL che a metano. Ciao!

  4. Yes!!! mi sono informata e ho trovato proprio quello che cercavo… ha anche un bel visual… tutto fiori e colori!

    ci penserò su… non sono ancora sicura al 100% ma è una bella opzione!

    Ciao e grazie!

  5. Sicuramente il metano ha qualcosa in più del GPL, è più ecologico, il consumo di carburante è migliore… e c’è di positivo che Landi ha studiato la conversione anche per i motori MultiAir di Fiat e Alfa Romeo!

  6. Io ho un impianto GPL LandiRenzo da ormai un annetto. Il risparmio rispetto a diesel e benzina è fuori da ogni discussione, spendo poco più della metà di quanto spendevo prima. Le prestazioni dell’auto sono più o meno simili a prima, davvero soddisfattissimo.

  7. Bee, posso chiederti come ti sei trovato con l’affidabilità? Hai dovuto fare revisioni, interventi, qualche cosa di questo tipo? Oppure non hai avuto mai nessun problema?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>