Schumacher è un punto di riferimento per Alonso

di Sebastiano Cucè 1


Fernando Alonso considerato da molti il pilota più forte dell’attuale Formula 1 sostiene ancora Michael Schumacher. Lo spagnolo che ha battuto consecutivamente nel 2005 e nel 2006 il tedesco da molta considerazione al pilota della Mercedes, accusando la sua squadra per non aver messo a disposizione una macchina vincente.

Dopo le lodi al suo vecchio rivale Hamilton durante la stagione appena conclusa, Alonso è tornato a parlare di Schumacher, del rispetto che riversa verso il tedesco e dell’alta considerazione dovuta ai suoi sette titolo conquistati in carriera. Il nemico da battere rimane Sebastian Vettel e la Red Bull, ma alla domanda con chi volesse confrontarsi in una qualsiasi gara Fernando ha così risposto:

Io sceglierei Michael Schumacher, che sarà sempre un campione per tutti noi, perché noi rispettiamo l’autista che è sette volte campione del mondo. E ‘un pilota che non ha più nulla da dimostrare ed è stato sempre molto veloce”.


Le critiche invece fiondano per la Mercedes GP, incapace secondo Alonso nell’aver costruito una macchina in grado di esaltare le qualità dei suoi piloti: “Sappiamo che in Formula 1 l’auto è la parte più importante e sappiamo che la Mercedes non ha avuto un anno molto buono. Ma credo che se hanno una macchina competitiva, in grado di vincere delle gare, sia Rosberg e Michael possono essere favoriti”.

Fernando ha più volte lodato i piloti come Schumacher, Button e ultimamente Hamilton, ma mai lo spagnolo si è sbilanciato più di tanto nel commentare le qualità di Sebastian Vettel. E’ evidente quindi che il ferrarista prenda giuste misure anche al di fuori della pista, consapevole che nel 2012 il vero duello, Ferrari permettendo, sarà ancora quello contro l’attuale campione del mondo.

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>