Sciopero benzinai, dal 12 al 14 dicembre senza carburante

di Gtuzzi Commenta

Non solo scioperi inerenti al trasporto pubblico, dal momento che, durante il prossimo mese di dicembre, anche i benzinai rimarranno chiusi: è una decisione che è stata presa da parte dell’assemblea delle organizzazioni di categoria.

sciopero benzinai 12 14 dicembre
Sono state, quindi, Faib Confesercenti, Fegica Cisl, Figisc/Anisa Confcommercio a proclamare lo sciopero dei benzinai che si svolgerà da mercoledì 12 dicembre a venerdì 14 dicembre: lo scopo dichiarato è quello di ricavare, con tale mossa, una riduzione dei prezzi dei carburanti e delle accise, oltre al rinnovo degli accordi con le compagnie petrolifere.

sciopero benzinai 12 14 dicembre

PRESIDIO A PIAZZA DI MONTECITORIO

Il prossimo 12 dicembre, quindi, è stata anche organizzata una manifestazione nazionale che si svolgerà nella capitale italiana e che avrà il suo fulcro nel presidio di Piazza di Montecitorio.
Si tratta di una decisione che, secondo le parole rilasciate dal presidente Faib-Confesercenti, non può davvero più essere rinviata, sopratutto in seguito alle promesse mai mantenute: non è servito alla categoria dei benzinai, quindi, garantire la massima disponibilità nell’assunzione di politiche e scelte condivise per affrontare la grave crisi che sta colpendo il paese italiano e l’intero continente europeo. La mobilitazione organizzata dalle associazioni di categoria, quindi, subirà uno stop solamente nel momento in cui il Governo e le compagnie petrolifere si siederanno quantomeno ad un tavolo per discutere sulle richieste dei benzinai.

RISPETTARE I TERMINI DELLO SCIOPERO

Il Garante sugli scioperi ha già comunicato e avvisato i termini con cui dovrà avvenire tale stop da parte delle associazioni di categoria: infatti, nel caso in cui l’autorità consideri regolare lo sciopero, l’astensione si dovrà effettuare seguendo sempre i requisiti imposti dalla regolamentazione di settore.
Proprio per quanto riguarda i requisiti che devono essere soddisfatti da uno sciopero, si tratta della garanzia dei servizi minimi, compreso un quantitativo di stazioni di rifornimento che non vada sotto il 50% del numero di benzinai che sono aperti durante i giorni festivi, sia sulla rete urbana che su quella extraurbana e tenere aperta almeno una stazione di servizio ogni 100 chilometri sulla rete di autostrade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>