Suzuki presenta G70, la Regina della circolazione urbana

di Gtuzzi Commenta

Il Salone di Ginevra 2012 sta raccogliendo, in questi giorni, gli occhi di tutti gli appassionati di quattro ruote presenti sul pianeta.
Tra le ultimissime novità che accompagnano l’evento svizzero, troviamo anche la nuova Suzuki G70: si tratta della Suzuki Regina, una concept car a cui sono stati tolti i veli nel corso dell’ultima edizione del Salone di Tokyo dello scorso novembre e fa il suo esordio sul vecchio continente.


INSIEME ALLA SWIFT RANGE EXTENDER. Suzuki sta operando con notevole efficienza all’interno del settore tecnologico, in maniera tale da sviluppare sempre servizi e sistemi in grado di garantire un rispetto importante dell’ambiente e della natura circostanti: proprio tale impegno permette di lanciare poi ad eventi importanti come il Salone di Ginevra delle concept car come la Suzuki Regina.
Suzuki G70 non sarà l’unica concept presente nello stand del marchio nipponico, visto che a Ginevra si potrà vedere anche la nuova Suzuki Swift Range Extender, versione elettrica della Swift.

REGINA DELL’AMBIENTE. La nuova Suzuki G70 ha, tra le sue caratteristiche principali, quella di ridurre notevolmente i consumi e le emissioni nell’aria di anidride carbonica, sopratutto per via della presenza di un coefficiente di resistenza stimato minore di dieci punti percentuali in confronto a qualsiasi altra vettura di Suzuki.
Un peso di 730 chilogrammi che rappresenta alla perfezione il lavoro di sviluppo dei tecnici Suzuki, ma anche una maggiore efficienza sotto il profilo aerodinamico, visto che i consumi parlano chiaro: dispendio di carburante che si aggira intorno ai 32 chilometri per litro e un’emissione di CO2 che rimane sotto la soglia dei 70 grammi al chilometro.
Insomma, una nuova Regina per la Suzuki, ma anche per l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>