Volkswagen New Bettle, sarà una vettura tutta nuova

di Riccardo Guerra 1

Arrivò nel 1998, la rievocazione dello storico Maggiolino disegnato da Ferdinand Porsche (il padre anche dell’omonima casa automobilistica), Volkswagen New Bettle, ma non ha ottenuto, in dodici anni di commercializzazione, un concreto successo, nemmeno lontanamente vicino a quello fatto registrare dalla progenitrice (lo si deve ammettere: difficile, ad ogni modo, bissare il risultato di oltre 21 milioni di unità, ottenuto dalla precedente generazione). Volkswagen New Bettle esce dalla produzione durante l’anno in corso. E poi?

Il costruttore di Wolfsburg dichiara, fiero, di aver già pronta una nuova generazione della vettura, che verrà presentata al North American International Auto Show, il Salone di Detroit, che si svolgerà all’inizio del prossimo anno. Volkswagen New Bettle non sarà, dicono, una mera riproduzione in salsa amarcord, ma una vettura tutta nuova, seppur attenta all’heritage delle radici che affondano sino al 1939, l’anno della prima produzione.

Ipotizzando che la piattaforma della seconda generazione di Volkswagen New Bettle sia la nuova MQB, quel pianale modulare che Volkswagen ha destinato alle vetture della parte inferiore della propria gamma e che, con forte probabilità, sarà la base anche della nuova Volkswagen Golf VII e della nuova Audi A3, il costruttore postilla che la vettura sarà più maneggevole, per l’aumento di dimensioni del passo interasse e per una nuova progettazione, più accurata, delle sospensioni.

La gamma di propulsione della nuova generazione di Volkswagen New Bettle comprenderà i più recenti motori della banca organi del Gruppo teutonico, selezionando anche le unità più minute, come il nuovo 1,2 litri TSI benzina, le declinazioni 1,4 litri TSI benzina e il 1,6 litri TDI diesel: la punta di diamante dovrebbe essere costituita dal 2,0 litri benzina TSI da 210 cavalli (già offerto su Volkswagen Golf GTI).

In programma per la nuova Volkswagen New Bettle anche una variante ibrida, che prenderà ispirazione dalla configurazione architettonica proposta da Jetta Hybrid: un propulsore a combustione interna 1,4 litri TSI, in grado d’erogare 150 cavalli, accoppiato ad un’unità elettrica da 27 cavalli di potenza.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>