Volkswagen, Walter De Silva vuole disegnare un’Alfa Romeo

di Riccardo Guerra 1

La telenovela dell’interessamento (la cotta) di Volkswagen per la casa automobilistica italiana Alfa Romeo continua ancora, con buona pace per la nostra pazienza. Abbiamo già raccontato di come Volkswagen fosse davvero desiderosa di acquistare il brand del Biscione, attualmente di proprietà del Gruppo Fiat, e di come Sergio Marchionne, Amministratore Delegato del Lingotto e Chief Executive Officier del Gruppo Chrysler, avesse espresso il suo niet tagliente e intransigente, senza alcuna remora, mettendo in chiaro che la casa automobilistica non era e non è in vendita. Oggi, invece, la storia di questa liaison platonica (proprio come quella tra Corona, Nina Moric e il Lele Mora) torna a galla.

Sarebbe stato una delle più importanti personalità, se non LA più importante del Gruppo Volkswagen, Walter De Silva, attuale capo del Centro Stile Volkswagen (cioè quello che controlla, con la sua punta, i sette marchi di automobili del Gruppo). Egli, in passato, ha già avuto una relazione di carattere professionale con Alfa Romeo, per la quale ha lavorato dal 1986 al 2000, quattordici anni durante i quali realizzò, tra le tante, Alfa Romeo 147, Alfa Romeo 156, Alfa Romeo GTV e Alfa Romeo Spyder. Probabilmente, nel suo cuore e nella sua matita è rimasto un legame affettivo con il Biscione.

Forte a tal punto da desiderare, oggi, di poter disegnare nuovamente una vettura con il classico scudetto Alfa Romeo. Lo ha detto egli stesso, Walter De Silva in persona, presso il Salone di Parigi 2010, durante un’intervista. Dall’alto della sua posizione, si, potrebbe avere una grande influenza sui manager del Gruppo Volkswagen, ma temo che la sua importanza valga qualche spicciolo per Marchionne. E poi, resta il dubbio di capire in che maniera verrebbe inserito, il brand del Biscione, nel caso di un acquisto da parte di Wolfsburg, nel pacchetto di marchi del Gruppo Volkswagen: la concorrenza in casa con Seat sarebbe d’intralcio per il successo e, inoltre, la casa automobilistica di Martorell non naviga in acque limpide, altro ostacolo per lavorare con attenzione su Alfa Romeo. Che Volkswagen abbia deciso di disfarsi di Seat per sostituirla con Alfa Romeo?

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>