Volvo, pulire la gamma dalle imperfezioni è l’imperativo

di Riccardo Guerra 1

Dopo l’acquisizione da parte di Geely e il riassetto del settore manageriale, il costruttore svedese Volvo sta mettendo ordine all’interno della gamma, per diventare ancora maggiormente competitivo nei confronti delle casa automobilistiche Premium del mercato, in special modo le teutoniche (il trio Audi BMW Mercedes). Lo fa dopo l’introduzione all’interno della gamma di Volvo S60 e Volvo V60: scrive le prime pagine di un nuovo capitolo, più ordinato, se volete.

Proprio dalla nuova berlina Volvo S60 e dalla station wagon Volvo V60 è necessario partire per capire il desiderio di razionalità nel listino (forse promosso proprio da Geely). L’arrivo delle due nuove autovetture di segmento D ha messo in serio dubbio il significato di Volvo S40 e Volvo V50. Tradotto in soldoni, il costruttore allontanerà dalla gamma la berlina S40 entro il 2012 e la station wagon V50 qualche tempo dopo.

La famiglia di vetture Volvo, oggi, comprende un doppione clamoroso di segmento D (Volvo S40 e Volvo S60, ad esempio, distano soltanto quindici centimetri di lunghezza), ma anche un ammanco nel segmento F. Il fabbricante che ne detiene la proprietà, Geely, sta infatti facendo il tutto per tutto per sviluppare una berlina che superi i cinque metri: tale tipologia, nello specifico, piace molto ai cinesi e agli orientali in genere, perchè simbolo di potere e ricchezza (come da noi le supercar).

Inoltre, Volvo effettuerà un intervento su S80, la berlina di segmento E della gamma, offrendone una nuova generazione entro il 2012, e allontanerà dalla gamma la station wagon V70, probabilmente sostituendola con una nuova incarnazione più strettamente imparentata con la nuova Volvo S80. Anche per Volvo XC90, il più grande SUV del listino, verrà introdotta una nuova generazione entro due anni da ora.

Sempre di SUV si parla: il costruttore nordico affiancherà a Volvo XC90 e Volvo XC60 un nuovo fuoristrada di piccole dimensioni, che concorrerà con BMW X1 e Land Rover Range Rover Evoque, nonché con i crossover, ancora in fase di sviluppo, Audi Q3 e Mercedes BLK. Infine, pare che Volvo voglia introdurre una nuova vettura di più piccole dimensioni, mentre Geely avrebbe già pronta la riduzione delle piattaforme sfruttate: dalle tre del periodo Ford a due soltanto, l’una per le automobili medie, l’altra per quelle più ampie per misure.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>