Volvo T3 e T4, il nuovo propulsore 1,6 litri GTDi

di Riccardo Guerra Commenta

Da qualche tempo, il costruttore svedese Volvo ci ha abituati ad una nuova generazione di propulsori, che stanno svecchiando la gamma tecnica del fabbricante nord-europeo e che la stanno rendendo maggiormente appetibile. Non correlerei, ancora, questo fatto all’acquisizione della succitata da parte della cinese Geely. Piuttosto, lo ricollegherei alla tentazione e al tentativo di omologarsi al panorama occidentale moderno. Teutonico, se volete. Ebbene, Volvo annuncia oggi l’introduzione di un nuovo propulsore 1,6 litri benzina. Vediamolo, nello specifico.

Il motore verrà denominato T3 e T4. Due differenti sigle alfanumeriche dacché l’unità viene coniugata in due distinte dosi di potenza, per coprire una fascia maggiore di mercato. Ma andiamo per gradi. Il propulsore GTDi sfrutta l’iniezione diretta del carburante (Gasoline Turbo Direct injection) ed è dotato di un turbocompressore. La potenza erogata, dunque, raggiunge i 150 cavalli (240 Nm di coppia massima) per la versione T3 e i 180 cavalli (e 240 Nm di coppia, incrementabili a 270 a richiesta) per la variante T4.

Le prime vetture a beneficiare del nuovo motore saranno la berlina Volvo S60 e la station wagon Volvo V60. Magnus Jonsson, Senior Vice President Product Development di Volvo Cars, ha commentato che, con questa tipologia di propulsore GTDi, il costruttore svedese stima di ridurre consumi di carburante ed emissioni nocive di CO2 di circa il 20% rispetto ad un motore a benzina di simili proporzioni e prestazioni. Sebbene, nel medesimo istante, la tecnologia proposta offra sensazioni di guida e forza pari ad unità diesel.

Il nuovo propulsore Volvo T4 verrà gestito anche dalla trasmissione automatica PowerShift doppia frizione a sei velocità, oltre al canonico cambio manuale a sei rapporti, comune con il motore Volvo T3. Entrambe le confezioni offrono una seria e determinata dotazione ecologica. Le versioni con trasmissione manuale, infatti, saranno equipaggiate con il dispositivo Start&Stop, che spegne il veicolo quando il conducente pone il cambio in folle e toglie la pressione dal pedale della frizione. La variante con trasmissione automatica, invece, sgancia il rapporto inserito, non appena il pilota stacca la pianta del piede dal pedale dell’acceleratore (se l’automobile sta marciando).

Non sappiamo ancora, con esattezza, quando le due nuove scelte verranno incluse nei listini Volvo (Volvo S60 è già in vendita). Il costruttore ha confermato che, molto presto, il propulsore 1,6 litri GTDi (T3 e T4) potrà sfruttare il carburante bioetanolo E85.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>