Audi A7 2011, il costruttore potrebbe produrre una Coupé ed una Cabriolet

di Riccardo Guerra Commenta

All’incirca due settimane fa, Audi svelava la nuova A7 Sportback, la berlina con il tetto da coupé (altrimenti conosciuta come coupé con le quattro portiere) di grandi dimensioni – è lunga 496 centimetri, larga 191 centimetri e possiede un’altezza di 142 centimetri – che il costruttore di Ingolstadt ha realizzato per assicurarsi un posto nel coacervo (eterogeneo) di questa tipologia di vetture: mostrata a macchia d’olio attraverso il reticolato di vie telematiche, la nuova Audi A7 Sportback 2011 ha ottenuto una discreta quantità d’attenzione mediatica.

Ancora infelice, il costruttore dei Quattro Anelli ha diffuso, dopo poco, anche le immagini del pacchetto S-Line, allestimento di decorazione cavalleresca esterna ed interna che viene appositamente sviluppato per ognuna delle vetture della storica casa automobilistica di Ingolstadt. Oggi, Audi non ha nessuna intenzione di lasciare il posto da altra concorrenza di sorta e torna alla soglia della cronaca quotidiana.

Pare, infatti, che Audi stia ipotizzando concretamente di creare una vera e propria famiglia che porti con sé la sigla alfanumerica A7, l’ultima cifra – al momento – del ciclo di veicoli del costruttore (dall’uno all’otto sono tutti prenotati), realizzando una serie di altre due declinazioni, sulla scorta di quanto proposto dalla berlina-coupé Audi A7 Sportback 2011.

In sostanza? Audi vorrebbe togliere l’appellativo Sportback ed aggiungere quello che suona Coupé e quello che fa Cabriolet: la forma della carrozzeria ed il taglio della lamiera di Audi A7 Sportback si piegherebbe alla perfezione alla produzione di una classica coupé a tre porte e di una cabriolet, entrambe di dimensione importante (come anzidetto, la nuova Audi A7 Sportback misura, in lunghezza, 496 centimetri).

La concorrenza più diretta, se davvero giungessero una Audi A7 Coupé ed una Audi A7 Cabriolet, sarebbe impersonata dalle bavaresi BMW Serie 6 Coupé e BMW Serie 6 Cabriolet, entrambe in attesa di revisione stilistica (la nuova generazione è già pressoché pronta) e già ora – se si combattesse al centimetro – lunghe oltre 480 centimetri (482). Dal canto suo, Mercedes propone solo una grande coupé (e non una cabriolet che possa avvicinarsi al concetto Audi), CL, che, tuttavia, per fasto non si attaglia alla perfezione a questo nuovo sotto-segmento ipotizzato da Ingolstadt.

Unica perplessità? Quanto gioverebbe l’arrivo di una Audi A7 Coupé e di una Audi A7 Cabriolet in una gamma che già propone Audi A5 Coupé e Audi A5 Cabriolet (463 centimetri) e audi R8, Coupé o Spyder che sia: il conflitto d’interesse è dietro l’angolo, questione di millimetri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>