Auto ecologiche, la UE potrebbe rinviare la legislazione sulle emissioni

di Marco Mancini 1

Il mercato dell’auto è in forte crisi da anni, e per questo in questi giorni l’Unione Europea prenderà dei provvedimenti per tentare di rilanciare il settore. Sono previsti diversi incontri a Bruxelles per discutere su come fare, e tra le soluzioni prospettate c’è anche quella di rinviare l’entrata in vigore delle leggi sul taglio delle emissioni.

auto ecologiche ue legislazione emissioni

Ovviamente non potevano che essere italiani quelli che hanno presentato la richiesta. Si tratta di Antonio Tajani, commissario europeo per l’industria, e l’amministratore delegato di Fiat Sergio Marchionne, che è anche capo del settore europeo dell’associazione delle case automobilistiche (ACEA).

L’attuale legislazione prevede un netto taglio delle emissioni di CO2 per chilometro percorso da parte dei modelli che verranno prodotti a partire dal 2014. Mentre ora ognuno può emettere quanto vuole, ed alcuni SUV e supercar inquinano quanto delle ciminiere, un primo taglio dovrebbe partire tra un paio d’anni per attestarsi nel 2015 a 130 g/km, fino al 2020 quando il limite dovrebbe scendere a 95 grammi. Pena per chi non rispetterà queste norme sarà una bella e pesante multa.

volkswagen ecologicaI PROVVEDIMENTI ALLO STUDIO – A dir la verità, anche se la parte degli inquinatori la stanno facendo gli italiani, un po’ tutte le case automobilistiche europee si avvantaggerebbero di tale scelta. Le tedesche ad esempio già da un po’ stanno facendo pressione sulla Commissione per creare norme più elastiche, visto che in un periodo di crisi un incremento della spesa in ricerca per tentare di abbattere le emissioni rischia di pesare troppo sulle casse delle società. In particolare le case produttrici stanno puntando a cambiare la legislazione spostando l’obiettivo dalle emissioni dichiarate dalla casa a quelle effettivamente emesse dal guidatore in base alle sue abitudini di guida, spostando su di lui eventuali sanzioni.

Nell’incontro si parlerà anche del problema dell’eccesso di capacità di un’azienda come la Fiat che chiede aiuti per la razionalizzazione del settore. Ma questa è un’altra storia.

[Fonte: Autocar]

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>