BlaBlaCar, lascia l’auto a casa e fatti dare un passaggio

di Giuseppe Benevento 2

postoinauto.it diventa BlaBlaCar.it - UltimoGiro.comI crescenti (spesso immotivati) prezzi dei carburanti hanno spinto da tempo gli automobilisti a limitare l’uso delle amate automobili. Così sono nate iniziative di condivisione delle automobili oppure offerte di posti liberi in auto. Un social network di riferimento per l’offerta dei posti liberi in auto era postoinauto.it, messo sulla rete nel 2010 da un gruppo di studenti che avevano sperimentato il “bizzarro” modo di viaggiare offrendo o ricevendo passaggi.

Col passare del tempo, questo modo di spostarsi è diventato sempre meno bizzarro e più usato dai viaggiatori, contribuendo sia al risparmio di molti di questi sia alla riduzione dell’inquinamento visto il minor numero di veicoli sulle strade. Nel marzo di quest’anno, postoinauto.it è entrato a far parte del più grande network BlaBlaCar che così ha ampliato la sua rete europea anche allo Stivale d’Europa.

BlaBlaCar.it è molto semplice da usare. Dopo essersi registrati, gli utenti potranno visualizzare il vero nome e l’iniziale del cognome (o il cognome intero a discrezione dell’utente) di chi offre o cerca il posto in auto. Il tutto per una maggiore sicurezza degli utenti stessi. Il passaggio in auto è più facile da essere usato anche grazie all’uso delle coordinate GPS ed il viaggio può essere fatto sia in Italia che all’estero. Gli utenti possono indicare le loro preferenze sul tipo di viaggio (con o senza animali, fumatori o non fumatori, i propri interessi su cui discutere durante il viaggio, etc.) e, alla fine del viaggio, è possibile lasciare un feedback sui compagni di avventura.

I compagni di viaggio pagano a discrezione del guidatore un piccolo contributo spese nell’ordine di pochi euro e comunque solitamente inferiore al prezzo che si dovrebbe pagare coi mezzi di trasporto pubblico. Non è escluso, comunque, trovare qualcuno che voglia offrire gratuitamente i posti auto in cambio di un po’ di compagnia nei lunghi tragitti o bloccati nel traffico.

Insomma, un sistema che promette di far risparmiare denaro, ridurre l’inquinamento ed instaurare rapporti interpersonali reali in un mondo in cui si va sempre di fretta, il denaro scarseggia, l’inquinamento aumenta e le relazioni sono più facili da portare avanti virtualmente che non nella vita reale. Per finire, inoltre, vi lasciamo ad un simpatico video in cui è riassunto il funzionamento di BlaBlaCar.it. Buona (condi)visione.

BlaBlaCar.it

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>