BMW Concept Vision: "leggermente" ibrida

di Danilo D'Agata Commenta

'220208_bmwibrida_a_b.jpg'

BMW si da da fare sul fertile terreno dell'ibrido e quindi, dopo l'X6 ActiveHybrid vista nel mese di settembre al Salone di Francoforte, la Casa bavarese presenta, in occasione del salone di Ginevra, la concept Vision EfficientDynamics, basata sul pianale dell'X5.

La tecnologia applicata a questa concept viene denominata “mild hybrid”, ovvero “ibrido leggero”: il motore elettrico infatti non può muovere da solo l'auto come avviene con le “full hybrid”, ossia ibride complete, ma serve da aiuto a quello termico. Lo supporta nelle accelerazioni e, in fase di rilascio, di frenata, ricarica la batteria agli ioni di litio.


'220208_bmwibrida_b_b.jpg'

<div align="justif

y”>Questa speciale X5 monta un compatto e leggero diesel biturbo (il 2000 da 204 CV già montato sulla più piccola della Casa, la Serie 1) e un motore elettrico da 20 CV che le permettono, operando simultaneamente, di uno 0-100 in soli 8,9 secondi. Altra caratteristica originale, il pannello fotovoltaico posizionato sul tetto. Ottimo il risparmio di carburante, vero e proprio obiettivo di questa soluzione per casa BMW: secondo il Costruttore, la concept Vision EfficientDynamics consuma 6,5 litri di gasolio per 100 km nel ciclo combinato.

Una versione di ibrido molto diversa da quella applicata sull'X6 ActiveHybrid di cui abbiamo prima, che è invece una “full hybrid”. Questa concept è dotata di un propulsore a benzina combinato con due potenti elettromotori, che possono muovere l'auto anche da soli. In questa vettura vi è il problema dell'energia immagazzinata nelle batterie. Indispensabile, dunque, attendere le batterie al litio per moltiplicare per 10 le attuali autonomie elettriche, che al momento sono di pochissimi chilometri.
zp8497586rq