BMW i5, nuove informazioni sulla terza vettura elettrica del sub-brand

di Riccardo Guerra 1

Sino ad oggi abbiamo spesso parlato di BMW i3 e di BMW i8, le due vetture elettriche della casa automobilistica bavarese incaricate di inaugurare il sub-brand “BMW i”, ma poco di BMW i5, la terza vettura di questa gamma che – secondo alcune indiscrezioni – è già in fase di sviluppo. Di lei si conosce quasi niente: dopotutto, si tratta di un progetto che l’azienda dell’Elica ha previsto di riuscire a terminare nel corso dell’anno 2015. Alcune indiscrezioni, tuttavia, oggi ci raccontano alcune informazioni in merito al modello: armatevi di dubbi e perplessità ed addentratevi in questo nuovo mistero (ecologico) firmato BMW.

La nuova BMW i5, che, come abbiamo detto, sarà svelata successivamente all’utilitaria compatta elettrica BMW i3 (la quale dovrebbe essere pronta durante il prossimo anno) e alla fastback sportiva elettrica BMW i8 (la quale dovrebbe invece essere introdotta nel listino nel corso dell’anno 2013), potrebbe essere una monovolume, dotata di dimensioni più generose di quelle di i3 e quindi di maggior comfort e spazio all’interno dell’abitacolo.

Tuttavia, c’è anche un secondo partito, di cui vi parliamo per dovere di cronaca, che descrive la nuova BMW i5 in maniera differente: secondo questa seconda schiera di chiacchiere la nuova elettrica di casa BMW sarà una berlina di medie dimensioni.

Per sapere da che parte sta la verità dobbiamo aspettare.

La nuova BMW i5 sarà dotata di una meccanica (ovviamente) elettrica: un propulsore (installato sull’assale posteriore e supportato da batterie agli ioni di litio) sarà capace di generare circa 170 cavalli e di sfornare approssimativamente 250 Nm di coppia massima. A questo motore (pare) potrebbe connettersi anche un piccolo propulsore a gasolio da circa 90/100 cavalli, installato in quest’architettura per funzionare come generatore di energia elettrica (quindi come range-extender). La nuova BMW i5 sarà plausibilmente dotata del telaio battezzato LifeDrive (già promesso sotto il vestito di BMW i3 e sotto l’abito di BMW i8), cioè uno scheletro composto da una monoscocca centrale in CFRP (carbon fiber-reinforced plastic) e da più piccoli telaietti in alluminio nella parte anteriore e in quella posteriore.

Il costo? Approssimativamente, 40.000 euro.

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>