F1 2012, Ferrari e Red bull studiano Hulkenberg

di Davide Piteo 2

Mentre negli USA gli animi del popolo americano hanno cominciato ad infuocarsi per il tanto atteso campionato Nascar, in Europa si attende con trepida ansia domenica 18 Marzo, giorno in cui prenderà il via campionato del Mondo di F1 2012. Tanta è l’attesa per la nuova stagione, anche in virtù degli ultimi test pre-mondiale, che senza dubbio hanno promosso e rimandato diverse scuderie come la Ferrari.

Infatti i piloti del cavallino, non ancora hanno ben capito che potenziale abbia la macchina, cosi di pari passo con i rivali della Red Bull entrambe le scuderie hanno in mattinata deciso di modificare la tabella di marcia riguardante l’ultima sessione dei test. In origine essa doveva svolgersi a Barcellona dall’1 al 4 marzo, ma sia il team di Maranello che quello statunitense hanno deciso di posticipare il loro ultimo test  in modo da poter restare a Montmelò un giorno di più.

La spiegazione di ciò è giunta dalla voce di Christian Horner, team principal della Red Bull, che ad Autosport ha dichiarato

Abbiamo deciso di seguire la Ferrari e di girare da venerdì a lunedì, invece che da giovedì a domenica. posticipando  di un solo giorno. Dal punto di vista della logistica ci sembra una soluzione più sensata: abbiamo chiesto alla Ferrari se ci potevamo unire a loro e ci hanno detto di si.

Altra deroga è stata anche concessa alla Lotus, infatti per via di un cedimento strutturale della scocca, il team di  Kimi Raikkonen ha potuto solo realizzare 7 giri, cosi l’intero team resterà a Barcellona fino a Lunedì. Intanto senza dubbio tra i più felici c’è Nico Hulkenberg, pilota della Force India, che sul cronometro ha fatto segnare un tempo di 1’22”.608, migliorando di oltre 8 decimi il tempo del primo giro.

Dopo l’impresa compiuta ai microfoni il pilota tedesco soddisfatto di sé e del lavoro svolto  ha dichiarato

Abbiamo cominciato con qualche test aerodinamico, poi abbiamo proseguito sul bilanciamento della monoposto,ed in fine abbiamo provato tutte e quattro le mescole delle gomme per capire il loro rendimento e come la vettura reagisce. La mia Force India si è dimostrata ancora molto piacevole da guidare con tutte e quattro le mescole.

Cosi tra chi posticipa i test, chi ha qualche problema da risolvere, chi invece sembra già essere pronto, la marcia di avvicinamento al 18 Marzo continua .

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>