Fisichella festeggerà 200 Gp a Monaco

di Sebastiano Cucè Commenta

fisi334co71.jpg

Dopo il pilota della Honda Barrichello che ha festeggiato il suo primato di gare disputate, è adesso momento di festeggiare i 200 gran premi del pilota italiano Giancarlo Fisichella.

Proprio il 25 Maggio si disputerà la famosissima gara nel principato di Monte Carlo e sarà qui che la scuderia Force India organizzerà degli eventi per festeggiare il record di presente del pilota romano.

Fisichella raggiungendo questo traguardo si piazzerà nella nona posizione della classifica che riguarda le presenze di un pilota nelle gare di Formula Uno.

Molto importante è sottolineare il fatto che se Fisico dovesse finire questo campionato senza alcun problema, si posizionerebbe in quinta posizione e chissà se l’anno prossimo, fermo restando che in casa Force India non ci siano cambiamenti, possa addirittura agguantare altre posizioni.


Ovviamente come successe al brasiliano della Honda è normale avere dei dubbi suoi effettivi gran premi disputati dai singoli piloti, infatti pare proprio che anche Giancarlo attualmente abbia già superato il muro dei 200 gran premi, ma sfortunatamente al pilota non sono stati accreditati ne il famosissimo gran premio degli Stati Uniti disputato nel 2005, gran premio che vide il ritiro generale dei piloti a causa dei problemi dovuti alle gomme Michelin, ne il gran premio di Francia del 2002, che vide il pilota italiano ritirarsi poco prima dell’inizio gara per uno sfortunato incidente.

Giancarlo ricorda bene il suo stranissimo debutto che avvenne nel 1996, quando ancora egli aveva solo 23 anni, a bordo della Minardi.

In quel periodo Fisico non era un pilota titolare ma fungeva da test driver per la scuderia, ciò nonostante il suo debutto avvenne nella gara in Australia, dove il titolare della scuderia con base a Faenza lo chiamò al telefono avvertendolo che avrebbe dovuto prendere un aereo per Melbourne.

Giancarlo era molto felice di poter assistere alla gara della propria squadra, ma capì subito che per lui stava arrivando un momento importantissimo, quando Minardi gli ordinò di portare con se il casco e la tuta da pilota.

Via | Crash

Foto | Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>