Ford Mondeo 2013, ecco le nuove foto spia

di Gtuzzi Commenta

Il portale britannico Auto Express ha rilasciato sul web delle nuove foto spia.

ford mondeo 2013 foto spia
Queste nuove immagini “rubate” ritraggono un muletto che si riferisce alla nuova generazione della Ford Mondeo, che verrà lanciata sul mercato a partire dal primo semestre del prossimo anno.
Allo stesso modo di quanto è avvenuto per la Ford Focus, anche per il modello denominato Mondeo ci saranno quelle caratteristiche che la rendono una vettura globale, nel senso che verrà messa in vendita praticamente su ogni mercato mondiale senza alcun cambiamento.

ford mondeo 2013 foto spiaANCHE UNA DECLINAZIONE IBRIDA?. La nuova Ford Mondeo è già stata svelata ufficialmente qualche mese fa sul mercato americano, con il nome di Fusion.
Dando un’occhiata più approfondita alle nuove foto spia diffuse dal sito Auto Express, possiamo notare come Ford stia provvedendo ad ultimare gli ultimi dettagli per la versione che debutterà sul mercato europeo, continente in cui farà il suo esordio con il nome di Mondeo.
Il telaio è stato completamente aggiornato, così come sono stati rinnovati anche i motori diesel da 1,6 e 2 litri TDCI.
Inoltre, per quanto riguarda la gamma di motorizzazioni, verranno messi a disposizione anche i motori a benzina EcoBoost, ma la più importante novità è rappresentata dall’introduzione della declinazione ibrida, in cui ci sarà una notevole riduzione dei consumi (circa 60 chilometri con un litro).

LE ALTRE NOVITA’. Non dobbiamo dimenticare anche altre novità che, seppur minori, possono certamente essere interessanti per tutti i grandi appassionati del marchio Ford: ad esempio, l’assetto è stato reso più rigido di una percentuale intorno al 10% in confronto al modello di Mondeo che è presente attualmente sul mercato, ma verrà sviluppato anche una declinazione aggiornata con il servosterzo elettrico, le sospensioni della tipologia MacPherson all’anteriore il multi-link al posteriore.
In pratica, la nuova Ford Mondeo aggiornata potrà contare sulla medesima architettura che è stata più volte proposte sui modelli più recenti di Audi e BMW.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>