Formula 1, Alonso e il 2007 dimenticato. Quando Hamilton…

di Moreno Commenta

“Nessuno dei miei compagni ha mai fatto un solo punto più di me”. Una dichiarazione che dell’aria natalizia ha assai ben poco, ma che per quasi tuti é risultata assolutamente vera. Il fatto è che, almeno almanacchi alla mano, tocca annotare che nelle nove stagioni sin qui disputate da Fernando Alonso, un’eccezione c’è. Lo stesso Fernando infatti, non può non ricordarsi di quando nel 2007, anno di forzata convivenza con l’odiato Hamilton in McLaren, la classifica di fine stagione recitava testualmente così: Raikkonen 110, Hamilton 109, Alonso 109. In quest’ordine. Quindi, se da un lato può essere vero che Lewis non fece alcun punto in più, è anche vero che finì comunque davanti, perché a pari vittorie (quattro a testa), il britannico portò a casa più secondi posti (cinque contro i quattro di Alonso). Questo solo per precisare che solo in una occasione non fu tutto rosa e fiori il rapporto con il compagno di box e se la dichiarzione può essere letta come “Nessuno mi ha mai battuto”, così purtroppo per lo spagnolo non è.

Per il resto, visto che ci siamo, ecco l’elenco delle stagioni in cui Alonso ha sempre fatto meglio del compagno di scuderia. L’anno scorso bastano i 26 punti per spazzare quelli del duo Piquet/Grosjean, che si alternano sulla seconda Renault, ferma a quota zero. L’anno precedente i 61 punti sono decisamente molti più dei 19 griffati sempre dal piccolo Piquet. Detto del 2007, le stagioni 2006 e 2005 sono quelle dei due titoli mondiali, quindi é piuttosto semplice oltre che matematico, immaginare due vittorie sul vicino di box Fisichella (134 contro 72 nel 2006 e 133 contro 58 nel 2005). Torniamo ancora più ndietro: nel 2004 i punti sono 59, mentre Trulli si ferma a 46 per poi cambiare squadra in corsa e passare dalla Reanult alla Toyota per le ultime tre gare. L’anno precedente, a parità di domeniche, vince Fernando 55 contro i 33 punti di Jarno. Infine, l’anno del debutto assoluto in F1, c’è poco da fare calcoli perchè a zero chiude lui e a zero chiudono gli esimi Yoong e Marques che guidarono la seconda Minardi. Insomma, nessun compagno di squadra ha mai fatto un solo punto in più, ma qualcuno ha osato batterlo. Come, se lo ricordano bene ancora in molti nel Circus. Certamente, se lo ricorderà ancora per anni quel genio di Dennis che, a furia di coccolarsi il pupillo, riuscì a perdere un titolo praticamente vinto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>