Foto spia: Jaguar XF Sportbrake

di Riccardo Guerra 3

Lei è la prima di una serie di novità che dovrebbero modificare radicalmente la gamma di Jaguar: si chiama Jaguar XF Sportbrake ed è la station wagon di segmento E Premium che la casa automobilistica di Tata Motors ha confermato poche settimane fa di voler mettere al mondo. Fa parte, come abbiamo detto, di un pacchetto di vetture inedite che, nel corso dei prossimi anni, dovrebbero allargare abbondantemente il listino dell’azienda del Giaguaro (pacchetto che comprende anche un probabile SUV, una berlina di segmento D, una nuova sportiva proposta sia con carrozzeria coupé che con carrozzeria cabriolet, una supercar, la trazione integrale per alcuni modelli – Jaguar XF e Jaguar XJ, pare – ed una o più meccaniche ibride): sarà pronta, questa nuova Jaguar XF Sportbrake, nel corso della prossima primavera (la presentazione dovrebbe avvenire al Salone di Ginevra 2012) e sarà commercializzata dall’estate o giù di lì.

La nuova Jaguar XF Sportbrake vuol colpire il segmento E Premium, quello di Audi A6 Avant, di BMW Serie 5 Touring e di Mercedes Classe E Station Wagon, con un sapore elegante e distinto, con un aspetto nobile e composto, con un corpo signorile e curato. Le foto spia testimoniano che la vettura usa una matita fluida e morbida, ma soprattutto che non sfrutta originalità stilistiche, preferendo affidarsi allo stile consolidato della gamma Jaguar. Nella parte posteriore, quella che si trasforma profondamente, la nuova Jaguar XF Sportbrake mette in mostra un portellone corposo, dall’andamento energico.

Sottili le differenze estetiche, inesistenti quelle tecniche: la nuova Jaguar XF Sportbrake erediterà la stessa gamma di propulsori di XF tout court, esclusione fatta per la motorizzazione 5.0 litri V8 benzina sovralimentata da 510 cavalli della sportiva Jaguar XFR (non sappiamo se anche la station wagon sarà dotata di una declinazione aggressiva e molto, molto potente). Anche trazione, trasmissioni, equipaggiamento e lista di optional dovrebbero rimanere immutati.

Che ne pensate?

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>