Kia Track’ster Concept

di Riccardo Guerra 1

Ecco, finalmente, le prime immagini ufficiali di Kia Track’ster, la concept car da 250 cavalli che la casa automobilistica sudcoreana ha preparato per il Salone di Chicago 2012 sulla base di Kia Soul, crossover compatto della gamma. Muscolosa, energica, nervosa ed abbondantemente sportiva, la nuova Track’ster è sicuramente il simbolo di un’azienda che in questi ultimi anni è maturata moltissimo, sotto molteplici punti di osservazione, e che ha grinta da vendere. Ecco le sue caratteristiche.

TRE PORTE E DUE SEDILI La nuova Kia Track’ster viene dotata di un corpo compatto, squadrato come quello di Kia Soul e, allo stesso tempo, più tonico: i passaruota sporgono in maniera arrogante dalla carrozzeria, mentre il tetto e la spalla si congiungono in quei montanti posteriori possenti, formando un’unica linea che contorna la superficie vetrata leggermente affusolata. Nervature e muscoli impreziosiscono ogni lato, ogni dettaglio, ogni elemento e danno slancio, forza alla citycar. Tre sole portiere danno accesso ad un abitacolo elaboratissimo e curato, dove sono disponibili soltanto due sedili singoli sportivi, gli alloggiamenti per alcuni attrezzi ed una ruota di scorta bene in vista. L’avete capito che si tratta di un prodotto molto aggressivo, vero?

LA NUOVA SOUL? Non è possibile non ipotizzare che questa nuova Kia Track’ster sia l’anticipazione della nuova generazione di Kia Soul, in arrivo tra un paio d’anni circa. Non è possibile neppure non pensare che su questa carrozzeria sia stato usato uno stile che rivedremo, in futuro, nella gamma Kia e che quindi questa concept car serva a mostrare le caratteristiche del nuovo registro stilistico della casa automobilistica: la linea di Track’ster mantiene i cromosomi estetici dell’attuale matita di Kia, sviluppata da Peter Schreyer (il cui segno distintivo è la mascherina a forma di farfalla stereotipata), ma è meno rigida e ruvida (come abbiamo visto nel caso della nuova Kia Cee’d, molto più morbida di Kia Sportage – ad esempio – e di Kia Optima).

POTREBBE ESSERE PRODOTTA? Forse – sì – la nuova Kia Track’ster non serve ad anticipare nulla se non sé stessa: potrebbe essere prodotta così com’è, versione tre porte di Kia Soul, spogliata – ovviamente – di tutte le bizzarrie che i prototipi possono concedersi e le vetture destinate alla vendita no.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>