Lancia Thema: potrebbe essere equipaggiata con il motore 2.0 litri Multijet da 170 cavalli

di Riccardo Guerra Commenta

Foto: AP/Lapresse

La nuova Lancia Thema, che sarà commercializzata a partire dal prossimo anno, in un momento non ancora ben definito, potrebbe essere dotata anche del motore 2,0 litri Multijet diesel da 170 cavalli, già oggi disponibile sullo scaffale dell’azienda Fiat S.p.A. e già oggi impiegato per altri modelli della società torinese; si tratta di un’indiscrezione, ma la scelta di utilizzare anche questo propulsore per la berlina Premium della casa automobilistica di Chivasso ci sembra davvero molto probabile.

Inizialmente, il brand italiano aveva previsto di equipaggiare la nuova Lancia Thema soltanto con un unico motore diesel: il nuovo 3,0 litri VM/Fiat che equipaggia già la più recente generazione del SUV Premium Jeep Grand Cherokee (per la precisione, sotto il cofano della nuova Thema sarà installata la versione da 190 cavalli di quest’ultimo propulsore). Tuttavia, una decisione simile avrebbe potuto lasciare insoddisfatta buona parte del bacino d’utenza della tre volumi di segmento E/F; così, il management della casa automobilistica Lancia avrebbe già deciso, sulla scorta di alcune valutazioni, di sfruttare anche il cuore Multijet da 1070 cavalli per Lancia Thema, che viene già alloggiato nella parte anteriore di Alfa Romeo Giulietta, di Alfa Romeo 159, di Fiat Freemont, di Fiat Bravo e di Lancia Delta. Così fan tutte: le altre aziende concorrenti, infatti, equipaggiano già da tempo le proprie berline di segmento E anche con motori di potenza e dimensioni contenute, per allargare la fascia di clienti, ma anche per limitare consumi di carburante ed emissioni di anidride carbonica. In Europa, nonostante il peso della berlina Thema, questa versione sarà probabilmente una di quelle che riscuoterà maggior successo, insieme a quella equipaggiata con il V6 diesel da 190 cavalli.

Nel caso davvero la nuova Lancia Thema fosse proposta anche con il motore 2,0 litri Multijet da 170 cavalli, questo sarebbe abbinato alla trasmissione automatica sequenziale ad otto rapporti ZF e alla trazione posteriore. Sapremo con certezza quale sia la decisione presa dalla casa automobilistica di Chivasso soltanto più a ridosso della commercializzazione, cioè tra alcuni mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>