Le più interessanti auto elettriche cinesi presentate al Salone di Pechino 2008

di Andrea Guida 1

Ancora Salone di Pechino 2008 ed ancora nuove, interessantissime vetture ecologiche presentate da case automobilistiche a noi sconosciute (o quasi). Per essere ancora più precisi, stiamo per vedere insieme le più interessanti auto elettriche cinesi presentate al Salone di Pechino 2008.

La prima, che vedete nella foto qui sopra, si chiama AHEV ed è fabbricata dalla casa Guangzhou, una società partner della ben più famosa Toyota. Trattasi di coupè disponibile sia con due che quattro porte ed è prevista per un lancio sul mercato cinese (in versione ibrida, quindi non solo elettrica come in molti avrebbero sperato) nel 2010. Non male.


Adesso soffermiamoci sulla Great Wall Hover Hybrid, una bella auto ibrida con motore 2,4 ed un risparmio energetico garantito di ben il 15% quando si guida nel traffico cittadino. Al contrario di quella precedentemente menzionata, non si conoscono tempi e modi di approdo sul mercato.

Ed ecco la Haima H1/Fu Shi Da: design abbastanza particolare per un’auto che, al contrario delle due appena viste, è completamente elettrica. Non sono conosciute le caratteristiche precise delle batterie utilizzate nella vettura, ma si sa che è possibile ricaricarle nel giro di 4-5 ore, anche mentre si utilizza la vettura.

Passiamo infine alla ibrida Geely FCE, che si avvale di un motore 1.6 92bhp e raggiunge i 40bhp di potenza. Risulta di conseguenza una vettura adatta sia alla vita cittadina che ai lunghi viaggi da fare “on the road”.

E queste erano le più interessanti auto elettriche presentate al Salone di Pechino 2008, forse alcune non sono proprio il massimo della vita, ma di sicuro il fatto che esistano e siano in tante è un segno positivo, che sottolinea l’impegno ecologico anche delle case automobilistiche del paese della Grande Muraglia. Se tutte queste macchine avranno un futuro lieto sul mercato e/o varcheranno i confini del sorprendente paese asiatico nessuno può dirlo, quindi non ci resta che aspettare e vedere come andrà a finire… voi che dite?

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>